Andrew Cunanan

Aspetto diverso di Cunanan secondo l’FBI.

La sua prima vittima è stato il suo amico ed ex cliente Jeffrey Trail, un ex ufficiale della marina degli Stati Uniti. UU. e venditore di gas propano, 27 aprile 1997 a Minneapolis. Dopo una discussione, Cunanan ha battuto Trail a morte, uccidendolo con martelli e il cui corpo ha poi avvolto in un tappeto persiano e nascosto in un armadio in un appartamento loft che apparteneva a David Madson, la sua prossima vittima.

La seconda vittima fu il suo ex-amante, l’architetto David J. Madson, che fu trovato sulla riva orientale del lago Rush vicino a Rush City, Minnesota, il 3 maggio 1997, con ferite da arma da fuoco alla testa e alla schiena. La polizia ha riconosciuto la connessione quando il corpo di Trail è stato trovato nel loft dell’appartamento di Madson a Minneapolis.Cunanan poi ha guidato a Chicago e ucciso Lee Miglin, 72, un importante sviluppatore di proprietà, il 4 maggio 1997. Miglin era stato torturato e registrato nelle sue mani, piedi e avvolto intorno alla testa. Poi è stato pugnalato 20 volte con un cacciavite e la sua gola è stata tagliata con una sega, poi i suoi oggetti di valore sono stati rubati. La moglie, Marilyn Miglin, arrivò a casa la stessa domenica di maggio, perplessa che il marito non l’avesse vista all’aeroporto dopo il suo viaggio di lavoro a Toronto; trovò la sua casa non occupata, la porta aperta, piatti sporchi e un panino mezzo mangiato in cucina. Ha chiamato la polizia, che poi ha trovato suo marito morto nel garage. La sua famiglia ha detto che Miglin e Cunanan non si conoscevano. Sulla scia di questo omicidio, l’FBI lo ha aggiunto alla loro lista dei dieci più ricercati.Cinque giorni dopo, Cunanan, che prese l’auto di Miglin, una Lexus modello verde del 1994, trovò la sua quarta vittima a Pennsville, nel New Jersey, al Finn’s Point National cemetery, dove uccise il vigilante William Reese, 45 anni, il 9 maggio 1997, apparentemente per rubare il suo furgone rosso e lasciare l’auto di Miglin abbandonata. La moglie di Reese, Rebecca, andò a cercarlo e vide che il suo furgone rosso era scomparso, invece c’era una Lexus verde con targa Illinois. Quando la polizia è arrivata, hanno trovato Reese nella cabina. Gli hanno sparato in testa.

Mentre la ricerca si concentrava sul veicolo di Reese, Cunanan “si nascose in bella vista” a Miami Beach, in Florida, per due mesi tra il suo quarto e il quinto omicidio. Cunanan poi ha tentato di mascherare il suo aspetto, anche se in un caso ha usato il proprio nome per pegno un oggetto rubato dalla sua terza vittima, sapendo che la polizia regolarmente cercato record banco dei pegni per merce rubata.

La mattina di martedì 15 luglio 1997, Cunanan ha ucciso lo stilista italiano Gianni Versace, 50 anni, dopo aver fatto una passeggiata sotto il sole della Florida, aprendo la porta della sua villa di Miami, gli ha sparato due volte alla nuca. Un testimone ha cercato di inseguirlo ma non è riuscito a raggiungerlo. Il furgone rubato di Reese, così come i vestiti di Cunanan, un passaporto alternativo e ritagli di giornale degli omicidi di Cunanan, sono stati trovati in un parcheggio vicino dagli agenti di polizia.

Motivimodifica

La motivazione precisa di Cunanan rimane sconosciuta. Al momento degli omicidi, c’era una diffusa speculazione pubblica e stampa che collegava i crimini alla scoperta di Cunanan che era sieropositivo; tuttavia, l’autopsia ha scoperto che era HIV negativo.

Soffrendo di manie di grandezza, uso di polidroga e mantenendo una storia sessuale oscura, Cunanan si diceva che avesse incontrato solo di persona una delle celebrità che sosteneva di aver incontrato nei suoi innumerevoli monologhi pieni di bugie: a Versace, secondo un servizio di Vanity Fair della giornalista Maureen Orth. Nel 1997, il giornalista ha pubblicato che Cunanan e Versace si erano incontrati sette anni prima del crimine, a San Francisco nel 1990, secondo le interviste con più testimoni di quell’interazione. Orth ha ricostruito come Cunanan e il suo amico Eli Gould hanno incontrato lo stilista nella sala vip del nightclub Colossus, un fatto che la famiglia Versace ha negato fino ad oggi. L’unico motivo possibile, e solo per l’omicidio di Versace, ha dato Bill Hagmaier, un ex capo dell’unità di abusi e i serial killer dell’FBI, il quale ha detto che “mentre Versace non si e ‘personalmente simbolico’, era omosessuale rico, con una vita di successo e di accettazione da parte del pubblico che Andrew Cunanan mai potuto avere”, ha confrontato le prestazioni di Cunanan l’uomo che tentò di uccidere Ronald Reagan: “L’unica possibilità che aveva di diventare famoso, è stato lo stesso percorso che si è tentato di John Hinckley”.

Anche se la polizia ha perquisito la casa galleggiante dove Cunanan è morto, non ha lasciato alcun biglietto d’addio e aveva effetti personali, un fatto che è stato sorprendente nelle indagini, data la sua reputazione per l’acquisizione di denaro e beni costosi da ricchi uomini anziani. La polizia ha considerato alcuni dei risultati notevoli, ad eccezione di più tubi di crema di idrocortisone e una collezione abbastanza ampia di C. S. Lewis ‘ fiction.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.