Blogger vs WordPress Confronto-Che è giusto per te?

Avvio di un blog può essere un compito che richiede tempo e scoraggiante.

Non solo devi preoccuparti di promuovere i tuoi blog imparando le tecniche SEO e raggiungendo nuovi lettori, devi scoprire i dettagli della piattaforma di blogging che hai scelto. Ma prima, hanno bisogno di scegliere una piattaforma di blogging.

Due delle principali piattaforme per i blog pesanti basati su testo sono Blogger e WordPress, entrambi offrono una pletora di design e funzionalità, che possono essere fonte di confusione per i blogger principianti. Anche se entrambi offrono caratteristiche accattivanti, la migliore piattaforma di blogging per il blogger novizio potrebbe non essere la migliore per il blogger avanzato. Un altro fattore decisivo che si dovrebbe tenere a mente è lo scopo del blog. Se vuoi raggiungere una grande base di fan e tenere traccia dei tuoi visitatori e statistiche, potresti non utilizzare la stessa interfaccia del blogger che vuole semplicemente tenersi in contatto con amici e familiari e creare una presenza online come un modo per creare un album virtuale o un diario online.

Nonostante tutte le somiglianze che hanno, WordPress e Blogger hanno molte differenze notevoli. Queste differenze potrebbero influenzare il modo in cui gestisci il tuo sito. Quindi quale è giusto per te?

In questa guida, daremo uno sguardo approfondito a ciò che WordPress e Blogger hanno da offrire. Quando stai cercando di capire quale piattaforma utilizzare, devi analizzare ciò che ognuno ha da offrire e vedere come si confronta con le tue esigenze. Miriamo a vedere come queste due piattaforme si accumulano in modo da poter ottenere tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione per il tuo futuro blog.

Informazioni su Blogger

Blogger è stato avviato nel lontano 1999 da Pyra Labs. Mentre era abbastanza popolare in quei giorni, non è stato fino a quando la piattaforma è stata acquistata da Google nel 2003 che le cose hanno davvero iniziato a decollare. Nel 2006, tutti i blog sono stati spostati sui server di Google e integrati nel grande ecosistema dell’azienda, il che ha solo contribuito a stimolare una crescita ancora maggiore. Google ha anche integrato molte delle sue principali funzionalità di monetizzazione in Blogger. Questi includono Google AdSense, Analytics e altro ancora.

Secondo recenti statistiche, il software Blogger è utilizzato da circa l ‘ 1,4 per cento dei siti web con sistemi di gestione dei contenuti noti. Ciò equivale a circa l ‘ 1 per cento di tutti i siti pubblicati sul web. Blogger è spesso il go-to per i blog personali a causa della sua accessibilità. Come sempre, è gratuito da usare. È anche possibile ottenere il vostro blog ospitato gratuitamente con un blogspot.com sottodominio.

A proposito di WordPress

WordPress è, di gran lunga, la piattaforma più popolare sul web. È una piattaforma open source che può essere utilizzata per creare qualsiasi cosa, dai negozi online ai siti Web privati. Attualmente, Siti WordPress costituiscono circa il 30 per cento di tutti i siti attivi su Internet! Questo è abbastanza impressionante considerando che è stato fondato nei primi anni 2000.

C’è una certa confusione su ciò che WordPress offre. Mentre sono spesso utilizzati in modo intercambiabile, i servizi che si ottiene da WordPress.com sono completamente diversi da quelli su WordPress.org. WordPress, da solo, è un sistema di gestione dei contenuti. Questo è quello che troverete su WordPress.org. Devi ospitare il tuo blog con una società separata. Tuttavia, WordPress.com offre blog ospitati con il sottodominio WordPress.

In questa guida, tratteremo l’opzione self-hosted da WordPress.org. Offre maggiore flessibilità ed è il più popolare dei due.

Blogger vs WordPress

Ora che sai un po ‘ di più su queste piattaforme di blogging, immergiamoci e vediamo come si confrontano. Ci sono diversi fattori da considerare quando si sceglie una piattaforma con cui lavorare. Abbiamo delineato il più importante e confrontare come queste due piattaforme si accumulano.

Usabilità

Usabilità può fare o rompere una piattaforma di blogging. La maggior parte dei blogger non ha una tonnellata di conoscenze di codifica, il che può rendere i sistemi più complessi un enorme problema da affrontare. Anche il più piccolo dettaglio può influenzare l’esperienza dell’utente. Vuoi concentrarti sulla costruzione del tuo marchio e sulla crescita del tuo pubblico, quindi è sempre meglio andare con una piattaforma facile da usare indipendentemente dalla tua esperienza nel mondo dei blogging. Fortunatamente, entrambe le piattaforme fanno molto bene a fare appello a un vasto pubblico di diversi livelli di abilità

Blogger:
Blogger ha un’interfaccia utente incredibilmente snella. È elegante, moderno e facile da capire. Una volta effettuato l’accesso con il tuo account Google, non ci vorrà molto per iniziare a costruire il tuo sito. Alcune conoscenze HTML di base miglioreranno l’esperienza complessiva, ma Blogger ha alcune funzionalità grafiche per semplificare le cose.

WordPress:
WordPress è anche facile da imparare. Tuttavia, ci vuole un po ‘ di know-how in più per sfruttare tutto ciò che la piattaforma ha da offrire. Puoi installare una vasta gamma di plugin e script personalizzati sul tuo sito web WordPress. C’è una piccola curva di apprendimento coinvolti. Ma WordPress lo rende facile da capire. Finché si sa come utilizzare un computer, l’interfaccia point-and-click vi guiderà attraverso il resto.

Controllo del contenuto

Ora, andiamo su quanto controllo hai sul contenuto che fai. Con entrambe le piattaforme, puoi pubblicare praticamente tutto ciò che vuoi. Tuttavia, ci sono alcune differenze nella proprietà di tali contenuti. Anche se crei il tuo sito da zero, ciò non significa necessariamente che sia tuo fare ciò che ti pare. Ciò può avere un grande impatto sulle operazioni e sulla monetizzazione del sito.

Blogger:
Se crei il tuo blog su questa piattaforma, è di proprietà di Google. Ricorda, il servizio viene offerto gratuitamente dalla più grande azienda tecnologica del mondo. I siti gratuiti sono memorizzati sui server di Google. Possiedono tutti i contenuti e sono liberi di fare quello che vogliono con esso. Generalmente, la maggior parte dei blogger non incontra alcun problema con il servizio. Tuttavia, legalmente parlando, Google ha tutto il diritto di eliminare il tuo sito o implementare restrizioni su ciò che puoi fare. Questo può essere un enorme bivio per alcuni.

WordPress:
WordPress è il chiaro vincitore in questa categoria perché possiedi tutto ciò che pubblichi. WordPress è un pezzo di software open-source che è. Il tuo sito deve essere pubblicato con un fornitore di hosting di terze parti. Non importa con chi vai, quel contenuto è tuo e tuo solo. Puoi monetizzare il tuo sito come vuoi e spegnerlo ogni volta che vuoi passare a qualcos’altro. A parte i termini di servizio della tua società di hosting, non ci sono restrizioni di cui preoccuparsi

Creazione di un sito Web

Per i blogger per la prima volta, il processo di creazione di un sito Web da zero può essere piuttosto scoraggiante. La codifica complessa può rendere difficile trasformare le tue idee in realtà. WordPress e Blogger sono stati progettati per rendere la costruzione di siti web un gioco da ragazzi.

Blogger:
Iniziare il tuo sito con Blogger richiede solo pochi clic. Puoi accedere alla piattaforma con le tue credenziali Google esistenti. Da lì, tutto quello che dovete fare è aprire il costruttore sito web e iniziare. Il costruttore ha diversi temi tra cui è possibile scegliere. C’è anche un pratico sistema di drag-and-drop per la personalizzazione completa. Aggiunta di contenuti al tuo blog è anche molto facile. Non è necessario implementare HTML raw. È sufficiente fare clic sulle icone di stile come si farebbe se si stesse componendo una e-mail. L’HTML si tradurrà automaticamente in modo che tu possa vedere come apparirà il tuo sito senza alcuna codifica complicata.

WordPress:
Creare un nuovo blog WordPress è molto semplice. Come Blogger, drag-and-drop costruttori e temi semplici sono disponibili. La cosa grandiosa di WordPress è che non sei limitato a un solo tipo di costruttore di siti web. Perché è una piattaforma open-source e CMS, sei libero di utilizzare qualsiasi costruttore di terze parti che si desidera. Questo può aprire un mondo di possibilità quando si tratta di creare il tuo nuovo blog.

Temi Stock e opzioni di design

Come con tutto ciò che riguarda i contenuti digitali, l’estetica complessiva del tuo sito gioca un ruolo importante nel successo. Avere un sito web ben progettato può attirare nuovi visitatori. Inoltre, migliora l’esperienza utente per i tuoi lettori, il che potrebbe portare a visite più frequenti e ad un aumento del tempo di navigazione.

Blogger:
È probabile che tu abbia già familiarità con i temi Blogger disponibili. La piattaforma non ha un sacco di opzioni tra cui scegliere. I temi che sono disponibili tendono ad essere abbastanza semplice e sono stati utilizzati da migliaia di altri siti. È possibile personalizzare i temi un po ‘ con HTML e CSS. È inoltre possibile modificare il posizionamento di alcuni elementi tramite il generatore di siti web.

Tutto sommato, Blogger non ti offre la massima libertà quando si tratta di aspetto. I temi disponibili non sono all’altezza degli standard moderni di oggi.

WordPress:
D’altra parte, WordPress ti offre un sacco di opzioni di personalizzazione. Ci sono oltre 7.000 modelli gratuiti disponibili sul sito web. Meglio di tutti, questi temi sono suddivisi in diverse categorie. È possibile eseguire una semplice ricerca in base a ciò che il vostro sito è di circa. Se stai eseguendo un semplice blog o sei nelle prime fasi di implementazione di un aspetto ecommerce nel tuo sito, non dovresti avere problemi a trovare un tema adatto. Tutti i temi WordPress sono belli e utilizzano principi di design moderni per rendere il tuo blog fresco.

Se non riesci a trovare il look giusto dalla scelta di temi gratuiti, ci sono anche temi premium disponibili. Questi vengono con un costo aggiunto, ma offrono qualcosa di unico. In cima a quello, si può lavorare con gli sviluppatori di terze parti per ottenere un tema che si distingue. Oppure, è possibile creare il proprio tema con il costruttore sito web. In definitiva, WordPress ti offre il controllo completo su come appare e si sente il tuo sito. Per questo motivo, WordPress è la cosa migliore per coloro che danno la priorità all’estetica rispetto a tutto il resto.

Flessibilità

L’aspetto non è l’unica cosa di cui devi preoccuparti. I siti moderni sono molto più di semplici luoghi per visualizzare contenuti digitali. Devono essere interattivi e coinvolgenti. Ci sono diversi modi per rendere il tuo sito davvero unico. Tuttavia, le tue opzioni dipenderanno interamente dalla piattaforma di blogging che scegli.

Blogger:
Non hai intenzione di trovare il maggior numero di opzioni di personalizzazione su Blogger come si farebbe su WordPress. Blogger è tutto di fornire alle persone un modo semplice per pubblicare contenuti copy-heavy. Come tale, la piattaforma è piuttosto limitata in quello che puoi fare.

Ci sono alcuni strumenti e gadget utili che è possibile aggiungere al tuo sito. Puoi implementare annunci, moduli di contatto, forum e altro con un semplice clic. Poiché queste funzionalità sono appositamente progettate per funzionare all’interno della piattaforma Blogger, non devi preoccuparti di problemi di compatibilità o problemi di prestazioni.

Sfortunatamente, lo svantaggio di queste funzionalità è che sono limitate. Semplicemente non sono ricchi di funzionalità come alcune alternative che puoi ottenere con WordPress. La parte peggiore è che non ci sono alternative che si possono scegliere. Sei limitato a ciò che Blogger rende disponibile.

WordPress:
Uno dei maggiori motivi per cui WordPress è così popolare è perché è incredibilmente flessibile. Nonostante sia utilizzato da circa il 30 per cento dei siti sul web, è difficile dire che i siti utilizzano la piattaforma. Questo perché la natura open source di WordPress ti consente di implementare tutti i tipi di funzionalità che soddisfano le esigenze del tuo pubblico.

I creatori di terze parti rendono sempre disponibili nuove funzionalità. È possibile implementare sistemi di e-commerce, widget divertenti, script personalizzati e una serie di altri extra.

I siti WordPress possono essere utilizzati con oltre 55.000 plugin gratuiti. Tutti questi plugin sono disponibili direttamente da WordPress.org. Naturalmente, puoi anche investire in plugin premium anche da sviluppatori di terze parti.

Caratteristiche di sicurezza

Caratteristiche di sicurezza adeguate sono un must-have nel panorama digitale di oggi. Hacking, furto di identità e attacchi di malware hanno dilagato negli ultimi anni. Di conseguenza, ci sono un sacco di potenziali minacce alla sicurezza che è necessario mantenere il vostro sito protetto da.

Una suite di funzioni manterrà tutto il vostro duro lavoro al sicuro da eventuali danni. La scelta di una piattaforma di blogging sicura può anche fornire ai tuoi visitatori una certa tranquillità.

Blogger:
La connessione di Blogger a Google ha i suoi vantaggi e svantaggi. Quando si tratta di sicurezza, la tecnologia di Google è molto utile. Il conglomerato fa di tutto per garantire che i server siano sicuri e in buone condizioni. Poiché il tuo nuovo blog verrà memorizzato su quei server, sei in grado di stare tranquillo sapendo che le cose sono sicure.

Non devi preoccuparti di creare backup, gestire risorse o investire in sistemi di sicurezza aggiuntivi. Tutti quelli sono inclusi. Questo è particolarmente vantaggioso per i nuovi blogger. La facilità d’uso delle funzionalità di sicurezza di Blogger rende la piattaforma molto più accessibile a coloro che stanno creando il loro primo blog.

WordPress:
Le cose sono un po ‘ diverse su WordPress. In generale, WordPress è abbastanza sicuro da solo. Tuttavia, la piattaforma non ha i propri sistemi di sicurezza funzionalità di sicurezza integrate come fa Blogger. Questo perché è un’opzione self-hosted. Sei responsabile dell’implementazione dei tuoi protocolli di sicurezza.

Da un lato, questo offre una maggiore flessibilità. La maggior parte dei fornitori di web hosting offrono funzionalità di sicurezza pesanti. I piani di hosting WordPress dedicati, in particolare, sono noti per essere alcune delle opzioni di hosting più sicure con cui puoi andare. Di solito sono dotati di certificati SSL gratuiti, firewall integrati e molto altro ancora.

Come se ciò non bastasse, puoi anche installare plugin di sicurezza nel tuo sito per una maggiore tranquillità. Esistono diverse applicazioni per creare backup automatici o offrire un ulteriore livello di protezione firewall. Alla fine della giornata, WordPress ti offre maggiori livelli di controllo quando si tratta di sicurezza. Gli aspetti negativi di questo sistema? Beh, devi pagare per le cose da solo. Con un maggiore controllo si ottengono maggiori costi iniziali e ricorrenti.

Assistenza clienti

Avanti, parliamo di assistenza clienti. Il supporto per le piattaforme di blogging è un po ‘ complicato. Questi sono servizi gratuiti, quindi non avrai lo stesso livello di aiuto come faresti con un’alternativa a pagamento. Tuttavia, ciò non significa che non sarai in grado di ottenere assistenza quando ne hai più bisogno.

Blogger:
Oltre a Blogger.com, il supporto potrebbe anche essere inesistente. C’è un piccolo sistema di supporto all’interno del pannello amministrativo. Fondamentalmente, è una barra di ricerca che ti collega a un database di tutorial e guide. Questo non dovrebbe sorprendere, in quanto il servizio gratuito non è in grado di supportare un reparto di supporto completo.

La comunità cerca di rendere le cose un po ‘ migliori. Blogger ha un forum utente dove le persone possono fare domande e ottenere aiuto. Naturalmente, le domande sono tutte risposte da altri utenti Blogger. Quindi, non c’è alcuna garanzia che le informazioni che ottieni siano accurate.per saperne di più:
Poiché la piattaforma WordPress è utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo, è molto più facile ottenere aiuto. La comunità di WordPress è grande e molto dedicata. Sul sito ufficiale, il forum rimane attivo e risponde alle domande su tutto ciò che si possa immaginare. Ci sono pagine per quasi ogni plugin o tema WordPress. Anche se non è la stessa cosa di avere un team di supporto dedicato, è possibile ottenere un sacco di grandi informazioni da quei forum attivi.

Se stai utilizzando un servizio WordPress a pagamento, avrai accesso a un team di supporto. Di solito, questo è alimentato dalla società con cui stai lavorando. Ad esempio, aziende come BlueHost offrono hosting WordPress dedicato. Come parte di tale servizio, è disponibile un supporto personalizzato da parte di esperti. È possibile ottenere lo stesso tipo di cose da sviluppatori di applicazioni di terze parti. Alcune aziende offrono anche il supporto WordPress come servizio autonomo.

Capacità di migrazione

In futuro, potresti voler spostare il tuo sito su un’altra piattaforma e provider di hosting per una maggiore flessibilità. È importante considerare come funzionerebbe il processo di migrazione del sito

Blogger:
È possibile spostare il sito di blogger su un’altra piattaforma. Tuttavia, non è facile. L’azienda richiede di esportare i dati per spostarli altrove. A seconda delle dimensioni del tuo blog, questo potrebbe essere un processo molto lungo. Inoltre, il tuo sito rimarrà sui server di Google per un periodo di tempo indeterminato dopo la tua partenza.

WordPress:
Non ci sono restrizioni sullo spostamento del tuo sito WordPress gratuito. Ricorda, possiedi tutti i tuoi contenuti. Pertanto, la piattaforma non ti limita in alcun modo. È possibile modificare i servizi di hosting o anche passare a un diverso sistema di gestione dei contenuti. Il processo è semplice e relativamente indolore.

WordPress vs Blogger: SEO

SEO, o search engine optimization, può aiutare a far notare il tuo sito. Questa tecnica di marketing è tutto sulla produzione di crescita organica modificando il contenuto di ciò che il pubblico sta cercando. L’ottimizzazione dei motori di ricerca non è limitata in alcun modo dalla tua piattaforma di blogging. Tuttavia, piccoli dettagli possono determinare se i vostri sforzi sono un successo.

Blogger:
Come abbiamo accennato in precedenza, ogni blog Blogger può usufruire di strumenti integrati da Google. Google Analytics è uno dei più potenti strumenti SEO disponibili. Ti mostra ciò che il tuo pubblico sta cercando e può aiutarti a trovare parole chiave da implementare nei tuoi contenuti. Per questo motivo, molte persone vedono Blogger come un’opzione migliore per SEO.

Tuttavia, c’è l’avvertenza aggiunta di controllo. Il fatto che Google possieda i tuoi contenuti può rendere molto difficile mantenere il tuo posizionamento SEO. Ad esempio, se dovessi lasciare la piattaforma Blogger e andare altrove, faresti le tue classifiche, i tuoi follower e qualsiasi altra cosa connessa al tuo sito. Dovresti ricominciare da capo sul tuo nuovo sito.

WordPress:
Mentre WordPress potrebbe non avere tutte le funzionalità integrate come fa Blogger, puoi sfruttare le opzioni di terze parti. Molti sviluppatori hanno applicazioni e plug-in che si concentrano su SEO. Questi strumenti funzionano all’interno della piattaforma WordPress per l’efficienza. Quindi, puoi ottenere molte delle stesse cose che faresti con Google Analytics. Inoltre, puoi portare con te il tuo posizionamento nei motori di ricerca se decidi di lasciare la piattaforma.

Costi di gestione di un blog

Le piattaforme Blogger e WordPress sono completamente gratuite. Non c’è alcun costo per iniziare a sviluppare il tuo blog. Tuttavia, ci sono alcuni costi aggiuntivi che devi considerare.

Blogger:
Blogger è una piattaforma all-in-one. Oltre ad essere un software in cui puoi creare il tuo blog, Blogger assume anche i compiti di hosting. Questo è grande per coloro che non vogliono spendere un centesimo per il lancio del blog. La versione gratuita viene fornito con un blogspot.com sottodominio. Se vuoi il tuo dominio, dovrai acquistarlo separatamente da un registrar e collegarlo al tuo sito Blogger.

Mentre il servizio gratuito può essere attraente per alcuni, non è grande per coloro che sono seriamente intenzionati a rendere il loro sito un successo. Blogger manca molti degli strumenti necessari per ottenere traffico e l’esposizione.

WordPress:
WordPress è anche una piattaforma di blog gratuito. Tuttavia, si dovrà pagare per il proprio hosting e il proprio nome di dominio personalizzato. I tuoi costi ricorrenti dipenderanno interamente dalla società di hosting con cui vai. Alcuni provider di hosting, come BlueHost, offrono piani molto convenienti che vengono forniti con un dominio gratuito durante il primo anno. Costano solo pochi dollari al mese e sono dotati di una sfilza di grandi extra per sfruttare al meglio il tuo sito.

Durante l’utilizzo di WordPress vi costerà un po ‘ di soldi, le cose che si ottiene rendono i costi aggiuntivi vale la pena. Stai ottenendo un maggiore controllo sul tuo sito, che consente di fornire la crescita e la monetizzazione come meglio credi.

Conclusione

Tutto sommato, Blogger e WordPress hanno molto da offrire. Le piattaforme user-friendly sono accessibili a chiunque e possono essere adattate per soddisfare le tue crescenti esigenze. L’opzione migliore per te dipenderà interamente dai tuoi obiettivi finali.

Se stai cercando di condividere i tuoi pensieri e creare contenuti divertenti, Blogger potrebbe essere la soluzione che stai cercando. È una piattaforma senza fronzoli che si concentra sulla fornitura di ottimi contenuti digitali. Tuttavia, non ha abbastanza caratteristiche per una crescita sostenuta. Se vuoi monetizzare il tuo blog e continuare a far crescere il tuo pubblico, WordPress è la strada da percorrere. Con le migliaia di plug-in disponibili, le possibilità creative sono infinite.

Un blog WordPress self-hosted ti darà molto più controllo sull’aspetto, la sensazione e il contenuto che puoi pubblicare sul tuo blog, oltre a darti l’autonomia di fare soldi dal blogging tramite vari schemi di pubblicità e piattaforme di marketing di affiliazione. Avrete anche il proprio nome di dominio che avrà un aspetto più professionale di un blogspot.com sottodominio che puoi ottenere da blogger.

Determinare le vostre esigenze

A seconda della vostra esperienza di blogging e il tipo di blog che si desidera avviare, sia Blogger e WordPress sono buone opzioni per i principianti e gli utenti esperti.Mentre Blogger è stato intorno più a lungo di WordPress, così com’è, il sito non è cambiato molto nel corso degli anni da quando è stato acquistato da Google. È popolare tra i blogger che vogliono creare un diario o un diario online, evidenziando grandi momenti, come le vacanze in famiglia, i viaggi all’estero e i matrimoni. Le analisi facili da usare aiutano gli utenti a capire da dove proviene il loro traffico e gli utenti possono facilmente collegare i loro siti agli altri account Google.

Mentre WordPress tende ad essere più popolare tra gli utenti leggermente più avanzati, il CMS ha anche preso di mira gli utenti inesperti con il loro strumento di pubblicazione facile da usare e le istruzioni di configurazione passo-passo; tuttavia, le funzioni del sito superano quelle di Blogger quando si tratta di opzioni avanzate e componenti aggiuntivi per i blogger più esperti.

Entrambe le piattaforme richiedono pochi investimenti (un bonus per i nuovi utenti che non vogliono investire troppo tempo o denaro), anche se WordPress offre la possibilità di aggiornare a plugin più avanzati e temi sofisticati.

Se sei interessato a creare il tuo blog WordPress, controlla il mio tutorial.

Assicurati di ottenere il nostro sconto aggiuntivo che abbiamo assicurato sull’hosting da BlueHost a soli $2.95 al mese. Il prezzo normale è di circa 7 7 al mese per l’hosting BlueHost, quindi è necessario ottenere questo accordo ora!

Tutto il meglio!

Jamie

Le seguenti due schede cambiano il contenuto qui sotto.

  • Bio
  • Ultimi post

Jamie

Il mio nome è Jamie Spencer e ho passato gli ultimi 5 anni a costruire blog per fare soldi. Dopo essermi stancato del 9-5, pendolarismo e non aver mai visto la mia famiglia, ho deciso che volevo apportare alcune modifiche e ho lanciato il mio primo blog. Da allora ho lanciato un sacco di blog di nicchia di successo e dopo aver venduto il mio blog survivalist ho deciso di insegnare ad altre persone come fare lo stesso.

Ultimi post di Jamie (vedi tutti)

  • Una guida su come creare un indirizzo di dominio email personalizzato professionale – Marzo 21, 2021
  • Che cos’è il marketing di affiliazione? Una semplice guida al marketing di affiliazione-11 marzo 2021
  • Le migliori piattaforme di marketing di affiliazione-Reti che devi utilizzare nel 2021-8 marzo 2021

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.