Cancer expert to continue eating bacon, ham and salame despite WHO health warning

The Australian cancer expert who chaired the World Health Organisation (WHO) committee which says processed meat can give you cancer says he will continue to eat salame, bacon and ham.

Punti chiave:

  • Analisi di 800 studi in tutto il mondo ha trovato la prova “il consumo di carne lavorata cause di cancro del colon-retto”
  • Varietà di carne includono salato, curato, fermentato e carne affumicata, tra gli altri
  • carni lavorate aggiunto alla stessa categoria di agenti cancerogeni, come il fumo e amianto
  • Potrebbe account per 50.000 in tutto il mondo di morti ogni anno
  • gli Scienziati, i nutrizionisti dicono moderazione l’approccio migliore
  • “Farsa per confrontare le salsicce con le sigarette”: Agricola Ministro Barnaby Joyce

il Professor Bernard Stewart, capo consulente scientifico per il Cancer Council Australia, presieduto l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), comitato che ha guardato 800 studi da tutto il mondo e ha concluso che c’era “sufficiente evidenza nell’uomo che il consumo di carne lavorata cause di cancro del colon-retto”.

Il professor Stewart ha detto che i risultati non dovrebbero causare un boicottaggio completo delle carni lavorate, piuttosto che dovrebbe essere applicata la moderazione.

” La mia raccomandazione personale è di riconoscere che anche a me piacciono prosciutto, salame e pancetta. Mi piace anche una bistecca di tanto in tanto,” ha detto ABC News 24.

“La raccomandazione è di non abbandonare nessuno di questi alimenti, è di ridurre l’assunzione.

“Per coloro che mangiano questi alimenti su base molto regolare, diciamo più di cinque giorni alla settimana, possibilmente ogni giorno, sono quelle persone che probabilmente saranno al centro delle linee guida dietetiche che suggeriscono di sostituire parte di quella carne rossa e lavorata con una maggiore assunzione di pollame, pesce e forse anche, oserei dire, un pasto vegetariano ogni tanto.”

Il professor Stewart ha detto che gli esperti non erano ancora sicuri di quale elemento della carne lavorata ha portato ad un aumento del rischio di cancro.

Caricamento

“Per quanto ne sappiamo non è tanto un agente che viene utilizzato nella lavorazione, è la natura stessa della carne che dà origine a sostanze chimiche nella causa della digestione”, ha detto.

“Poiché questa preoccupazione era stata sollevata decenni fa, i livelli di particolari sostanze chimiche nella carne lavorata, come il nitrito di sodio, sono stati sistematicamente ridotti.

“Il rischio appare insito nella misura in cui ci possono essere inevitabili cambiamenti nel tratto digestivo quando si mangia carne lavorata, dando origine a sostanze chimiche in grado di causare il cancro.

“Questa è stata una revisione completa dei dati, il cui simile non è mai stato intrapreso prima”, ha continuato il professor Stewart.

“Quando qualcuno dice che un agente causa specificamente il cancro, la comunità è più interessata al cancro di qualsiasi altra malattia, quindi ti aspetteresti una risposta.

” Ma non è anche (in) il business delle paure o la causa di un’ansia indebita.”

Lo IARC ha aggiunto carne lavorata alla stessa categoria di agenti cancerogeni del gruppo 1 come il fumo di tabacco e l’amianto.

Per la carne rossa non trasformata — manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo o capra — la recensione ha trovato prove “forti” di un effetto cancerogeno, ma non sufficienti a collocarlo nello stesso gruppo di agenti cancerogeni.

Invece, la carne rossa non trasformata è stata classificata come cancerogena “probabile” nella sua lista del gruppo 2A che contiene anche glifosato, il principio attivo di molti diserbanti.

L’agenzia ha citato una ricerca che attribuisce circa 34.000 decessi per cancro all’anno in tutto il mondo a diete ad alto contenuto di carne lavorata.

Per quanto riguarda la carne rossa — se il collegamento sospetto dovesse essere confermato — rappresenterebbe circa 50.000 morti per cancro all’anno in tutto il mondo.

I numeri sono stati sminuiti dalle stime di un milione di morti per cancro all’anno a causa del fumo di tabacco, 600.000 dall’uso di alcol e più di 200.000 a causa dell’inquinamento atmosferico, ha detto l’agenzia.

I nutrizionisti chiedono equilibrio sul boicottaggio

La preparazione del rapporto dello IARC ha già suscitato reazioni vigorose da parte dei gruppi dell’industria della carne, che sostengono che la carne fa parte di una dieta equilibrata e che le valutazioni del rischio di cancro devono essere impostate in un contesto più ampio di fattori ambientali e di stile di vita.

E gli esperti di salute hanno sottolineato che mangiare carne con moderazione non è probabile che ti dia il cancro.

La nutrizionista Elizabeth Lund di Norfolk, in Inghilterra, ha affermato che l’obesità e la mancanza di esercizio fisico erano rischi di cancro molto più grandi.

“Nel complesso, ritengo che mangiare carne una volta al giorno in combinazione con molta frutta, verdura e fibre di cereali, oltre all’esercizio fisico e al controllo del peso, consentirà un basso rischio di CRC”, ha detto, riferendosi al cancro del colon-retto.

” Va anche notato che alcuni studi hanno dimostrato che se la carne viene consumata con verdure o una dieta ricca di fibre, il rischio di CRC è ridotto.”

Tim Key, epidemiologo presso Cancer Research UK, ha concordato.

“Questa decisione non significa che devi smettere di mangiare carne rossa e lavorata”, ha detto.

” Ma se ne mangi un sacco, potresti voler pensare a tagliare.

“Potresti provare ad avere pesce per la tua cena piuttosto che salsicce, o scegliere di avere un’insalata di fagioli per il pranzo su un BLT.”

Il rapporto IARC ” non significa … che mangiare pancetta è così male come fumare”, ha detto Gunter Kuhnle, esperto di nutrizione dell’Università di Reading.

“La carne lavorata può far parte di uno stile di vita sano. Fumare non può”.

Gastronomia preoccupata dalle paure del cancro

Marco Tomini Foresti gestisce una salumeria di Sydney che vende carne lavorata come prosciutti, salsicce e salumi prodotti in loco.

È preoccupato per l’impatto delle notizie.

“Penso che influenzerà i futuri clienti, i potenziali clienti che arriveranno”, ha detto Foresti al mondo oggi.

“Abbiamo fatto la cosa giusta negli ultimi 40 anni, o mio padre ha fatto la cosa giusta negli ultimi 40 anni, e solo una dichiarazione, come una dichiarazione di una riga, può semplicemente cambiare tutto intorno.

” È davvero deludente e renderà la vita molto più difficile.”

Secondo l’OMS, il cancro intestinale è il terzo tipo di cancro più comune, con circa 900.000 nuovi casi ogni anno in tutto il mondo e 500.000 decessi.

In generale, il consiglio dietetico è quello di limitare l’assunzione di carne rossa a una o due volte alla settimana, ha detto il professore di nutrizione Tom Sanders del King’s College di Londra-l’equivalente di circa due bistecche o tre hamburger.

“Il problema con questo problema è che il cibo non è come il tabacco — dobbiamo mangiare qualcosa.”

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.