Cavolfiore Orecchio in MMA: Perché il Gnarly Infortunio è considerato un Distintivo d’onore

Leslie Smith si sentiva abbastanza bene quando le e ‘ esploso l’orecchio. Almeno, si sentiva bene come si può sentire nel bel mezzo di una gara atletica con posta in gioco incredibilmente alta e conseguenze potenzialmente che cambiano la vita. In alto sul livello del mare, di fronte a una folla rauca a Città del Messico che credeva sembrava disperata per il sangue, Smith stava cercando di dare al pubblico esattamente quello che voleva.

Il combattente conosciuto come “The Peacemaker” stava inseguendo Jessica Eye nell’Ottagono quando è successo. Era il 2014, e Smith e Eye erano due dei migliori pesi mosca del mondo, cercando di stabilire la trazione nella divisione dei pesi gallo dell’UFC-una possibile lotta con Ronda Rousey per il campionato UFC il premio a lungo termine entrambi avevano le loro mire.

Smith era così intenzionata a vivere all’altezza della sua reputazione di “il fratello Diaz femminile”—di provocare il caos e il caos nella gabbia—che non si accorse nemmeno che il plasma stava già fluendo, o che era suo. Ma nessun altro che ha visto la macabra riproduzione al rallentatore rischia di dimenticare presto lo spettacolo.

È stata una mano destra innocua verso la fine del primo round a farlo. Niente di speciale. Nessun windup elaborato o tecnica segreta. Un pugno tra decine che Occhio aveva alato la sua strada quella notte. Anche nel suo angolo tra un round e l’altro, non è venuto in mente a Smith che faceva parte del tipo di dramma che fondamentalmente esiste solo nel selvaggio mondo degli sport da combattimento.

“Non avevo idea che fosse esploso così”, dice Smith a Bleacher Report quasi cinque anni dopo. “Non ha fatto male. Non l’ho sentito. L’adrenalina è un inferno di una droga.”

Jeff Bottari/Zuffa LLC/Getty Images

Alcuni colpi nel secondo round hanno esacerbato una brutta situazione, lasciando l’orecchio di Smith letteralmente penzolante (alcune immagini NSFW) dalla sua testa mentre l’arbitro Herb Dean intervenne per fermare il combattimento. Smith gettò, secondo la sua stessa descrizione, un capriccio nella gabbia, furioso che non le fosse permesso di continuare. Non l’aveva ancora capito che era quasi andata a Mick Foley di fronte a milioni di fan che guardavano in tutto il mondo in televisione.

“La prima volta che ha fatto male è stato dopo che avevano già fermato il combattimento”, dice. “Uno dei funzionari si avvicinò, prese un batuffolo di garza e me lo spinse dentro l’orecchio davanti dove mi stava staccando dalla testa. Se ne e ‘infilato un sacco li’ dentro. E ‘ stato allora che ho capito che poteva essere una cosa seria.

“Hanno trascorso un’ora nella parte posteriore cucire di nuovo insieme mentre giacevo lì. Anche allora, ero ancora arrabbiato. Avrei davvero scambiato quell’orecchio per una vittoria. Ecco perche ‘ ci sono persone che prendono quelle decisioni per noi.”

L’orecchio di Smith, ovviamente, non è esploso spontaneamente. Eye non possiede un tocco mortale come i maestri in un vecchio film di kung fu della domenica mattina. Invece, il colpevole era un disturbo tipico, almeno per coloro che si scambiano pugni o prese per vivere. I medici potrebbero chiamarlo ematoma auricolare. Combattenti e lottatori lo chiamano semplicemente ” orecchio di cavolfiore.”

Il tuo corpo fa male tutto dopo una sessione di allenamento per gli sport da combattimento, almeno se lo stai facendo bene. Ma solo l’orecchio presenta la combinazione unica di cartilagine e spazio per il sangue a pool che crea l’ambiente per la carne a morire sul posto, intrappolato per sempre in una profusione che assomiglia cavolfiore.

“È un rischio professionale per gli sport da combattimento”, afferma Will Carroll, ex giornalista sportivo che ora lavora in biomeccanica e prevenzione degli infortuni presso Motus Global. “L’eziologia di base è che l’orecchio viene colpito e c’è un trauma all’interno dell’orecchio, di solito con danni alla cartilagine.

“I lividi risultanti possono effettivamente interrompere il flusso sanguigno e far morire il tessuto nell’area, che si chiama necrosi. Il trauma separa anche uno spazio all’interno dell’orecchio, che è pieno di sangue, tessuto sciolto e ogni sorta di altre schifezze, che alla fine si solidifica e aderisce all’area, che è ciò che causa la forma insolita e il gonfiore.”

Lindland mostra la sua medaglia d’argento Olimpica e due le orecchie cavolfiore Al Bello/Getty Images

Drenante gonfio zona è il trattamento più comune per le orecchie a cavolfiore. L’allenatore greco-romano olimpico degli Stati Uniti Matt Lindland raccomanda un ago di grosso calibro per il lavoro, e anche allora c’è un certo grado di tentativi ed errori necessari per trovare e rimuovere tutto il fluido che è costruito dal trauma costante che deriva dallo sfregamento e dal tiro del wrestling.

” Non vuoi un piccolo ago da insulina”, dice la medaglia d’argento olimpica del 2000 ed ex contendente al titolo UFC. “C’è sicuramente un po’ di dolore, ma la vita è dolore.

” È totalmente una metafora completa per combattere o lottare in generale. Si rompe la cartilagine nell’orecchio, e si indurisce di nuovo e diventa più forte nel tempo. Questo è solo una parte di indurimento su tutto il corpo e diventare più forte. Davvero, è un problema che scompare. Le tue orecchie si trasformano. Non saprei se chiamarla deformita ‘perche’ deriva da tutti i traumi, ma assumono una nuova forma.”

La maggior parte dei lottatori e combattenti possono ricordare la loro prima volta. Il dolore è acuto-il liquido che esce quando si attacca l’area gonfia con l’ago è un po ‘ sconcertante per molti.

“Quando ho provato a drenarlo la prima volta, era troppo tardi”, dice una stella dell’FC ed ex campione UFC Demetrious Johnson. “Era già parzialmente calcificato, e c’era una piccola sacca di sangue a cui non potevamo arrivare. Continuavano a infilare l’ago e a scavare per cercarlo. Ero come, ‘ Basta lasciare ragazzi. E ‘ stupido.’ …

” Quando è diventato crudo, l’ho appena massaggiato. Sparge il sangue. Tutti erano come, ‘ Non fa male? Beh, si’. Cosa farai? Alla fine si è calcificato in questo modo, e da quando lo ha fatto, non è esploso e si è fatto male mai più.”

Demetrious Johnson orecchie a cavolfiore Foto di Jonathan Snowden per Bleacher Report

Se si tratta di un ago o di un doloroso auto-massaggio, qualcosa deve essere fatto, sia per alleviare la pressione e prevenire l’esplosivo soluzione al problema degli Occhi inavvertitamente offerto Smith. Ricorrere all’ago è più comune, ma è una soluzione temporanea che non è esattamente favorevole alla vita attiva della maggior parte dei combattenti.

“Dopo, l’orecchio ha bisogno di pressione su di esso per un lungo periodo, e anche allora, di solito c’è qualche deformità permanente”, dice Carroll. “C’è anche un enorme rischio di infezione, sia a causa dello spot che del fatto che le persone tendono a tornare in un ambiente sporco come una palestra o uno spogliatoio troppo rapidamente.”

Per la maggior parte dei concorrenti, il riposo e il relax semplicemente non sono un’opzione all’indomani del trattamento. Dopo tutto, l’orecchio di cavolfiore molto probabilmente si è verificato durante l’allenamento per una competizione atletica. Prendere tempo libero è improbabile, il che significa che è un problema che va da un fastidio a breve termine a una realtà a lungo termine piuttosto rapidamente.

“Puoi scaricarlo subito, e andrà bene”, dice l’ex combattente UFC e attuale campione di wrestling della Major League Tom Lawlor. “Certo, questo è se non fai nulla dopo. Ma nessuno fa nulla dopo e lascia che guarisca. Vai ad allenarti subito, e il giorno dopo sarà di nuovo un problema. Ma non devo più prosciugarli. Non c’è più nessun cavolfiore da coltivare.”

I capelli di Tom Lawlor non possono nascondere completamente il suo orecchio di cavolfiore. Foto di Ryan Loco per Bleacher Report

Per Lindland, le orecchie di cavolfiore non sono mai state una preoccupazione. Evolutivamente, credeva, gli uomini sono nati per essere guerrieri e difendere la tribù. Le sue orecchie lo collegavano semplicemente agli antenati che hanno attraversato i secoli-e uno più vicino a casa.

“Ricordo di aver guardato mio nonno, che era un idraulico quando in realtà avevano tubi in ghisa, e le sue mani sembravano salsicce”, dice Lindland. “Hai detto a te stesso, Quel ragazzo lavorava per vivere. Quando ero giovane, ho lavorato molto, anche, così le mie mani erano callose. Quando sono diventato un atleta e ho iniziato a lottare, le mie orecchie sono diventate insensibili. Questo faceva parte del lavoro.”

Smith era diffidente in un primo momento di quello che è diventato un accessorio permanente, un promemoria dei suoi giorni di combattimento che non andrà mai via. Quando aveva prima ottenuto, all ” inizio della sua carriera prima di diventare professionista, alcuni dei giovani nella sua palestra erano gelosi. Si erano allenati per anni e non l’hanno mai ottenuto, solo per Smith vedere il suo orecchio gonfiarsi quasi immediatamente.

Ma è sempre andato via quando lo ha drenato, e non ci ha pensato molto. Dopo la lotta con gli occhi, le sue orecchie portavano il segno del combattimento-non solo per un paio di giorni, ma tutto il tempo.

“All’inizio ero come, Oh uomo, questo è dannatamente gnarly. Non e ‘ carino. È un po ‘disgustoso”, dice Smith. “Ma ricordo di aver parlato con il mio chiropratico, Casey Strand, che era un NCAA All-american all’Arizona State. Mi ha detto di essere in Giappone e i lottatori ci strofinando le orecchie a vicenda e cercando di dare l’un l’altro orecchio cavolfiore perché era un simbolo fresco di dedizione e perseveranza lì. E ‘ un’interpretazione diversa. E ‘ una figata.”

Come ha sottolineato Strand, in alcune culture un orecchio di cavolfiore è uno status symbol, a significare che chi lo indossa è un partecipante all’addestramento al combattimento. Mentre alcuni programmi di wrestling americani incoraggiano l’uso di head gear per prevenirlo (con un certo successo), gli atleti in altri paesi spesso cercano invece il trauma richiesto.

“C’è un video che ho visto su Instagram di recente di questi ragazzi russi che si rompono le orecchie con le bottiglie cercando di ottenere orecchie di cavolfiore”, dice Brandon Gibson, che allena il campione dei pesi massimi leggeri UFC Jon Jones. “È sicuramente un distintivo d’onore. Alcune persone sono più inclini ad esso rispetto ad altri, però. Conosco ragazzi che hanno lottato per tutta la vita—alcuni dei ragazzi più duri del mondo—e non hanno mai avuto problemi. Le loro orecchie sembrano proprio come le tue.

” Come allenatore, è qualcosa a cui pensi. Può sicuramente influenzare l’allenamento. Può rompersi, sanguinare ovunque ed essere a rischio di infezione. Può anche rendere le cose come dormire comodamente o persino indossare le cuffie una sfida quando è davvero brutto. Fortunatamente, non devo essere coinvolto nel trattamento di esso. I loro compagni di squadra di solito si aiutano a vicenda a drenare le orecchie gonfie per prendersene cura. Questo fa solo parte dell’essere un combattente in questo sport.”

Un sondaggio del 1989 su più di 500 lottatori universitari fatto al Dipartimento di Otorinolaringoiatria dello Stato dell’Ohio ha indicato che il 39% svilupperà l’orecchio di cavolfiore. E, mentre il trattamento può essere semplice, le conseguenze non sono qualcosa da corteggiare cavalierly. Uno studio dell’Asian Journal of Sports Medicine nel 2015 ha mostrato che gli atleti con orecchio di cavolfiore hanno maggiori probabilità di avere infezioni all’orecchio, forse perché “può aumentare la probabilità di raccolta di microrganismi patogeni nel condotto uditivo e quindi aumentare il tasso di infezione in tali orecchie.”

Peggio ancora, lo stesso studio ha confermato precedenti ricerche che hanno dimostrato una maggiore probabilità di perdita dell’udito associata all’orecchio di cavolfiore, sintomi che alcuni combattenti come Lawlor hanno sperimentato. Mentre sta considerando la chirurgia ricostruttiva permanente quando la sua carriera sportiva da combattimento è finalmente finita, quella procedura può essere difficile e comporta rimodellare il tessuto dell’orecchio danneggiato o sostituirlo con cartilagine artificiale o parte delle costole.

La maggior parte dei combattenti, sembra, si accontentano di indossare la prova della loro esperienza di combattimento per il resto dei loro giorni. Per Lindland, è un potenziale deterrente per i cattivi attori che cercano di causare problemi.

“Vedi un ragazzo con l’orecchio di cavolfiore, e sei tipo, è qualcuno con cui potrei non voler f k k”, dice. “Sa come combattere.”

Per Smith, è un modo per ricordare tutto ciò che ha fatto.

“Ora vado in giro e la gente vede le mie orecchie”, dice. “Non è stato fino al 2015 che è diventato davvero grande. Ora non puoi perdertelo. Ero a Tahoe a noleggiare biciclette per cavalcare i sentieri del canale, e il ragazzo era tipo, ‘ Non ne so molto, ma scommetto che potresti farmi il culo. E io: “Oh, dio, è così gentile da parte tua. Ed è stato a causa del mio orecchio.

“È una prova pazzesca che ho messo un sacco di ore sul tappeto per ottenere questo segno del mio orecchio. Di sicuro non la sistemero’. Lo terrò per sempre.”

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.