Ciò che rende per una forte strategia di contenuti del sito Web?

Notizie Flash: marketing stanno progressivamente peggiorando a efficace content marketing.

Lì, l’abbiamo detto.

C’è una certa confusione su quale sia la strategia dei contenuti e, quindi, su come implementare buone strategie; e sai cosa? Va tutto BENE. Davvero, lo è-perché il primo passo per risolvere qualsiasi problema è ammettere che c’è un problema in primo luogo. Senza ammettere che c’è qualcosa di sospetto in corso, nulla migliorerà mai e nessuno sarà mai in grado di correggere i comportamenti che contribuiscono a un problema.

Il Content Marketing Institute (sono una specie di esperti su questa roba) ci dice che dal 2015, l’efficacia del content marketing è stata in diminuzione. Nel 2015, solo il 30% dei marketer di contenuti ha concordato che le loro organizzazioni stavano facendo un lavoro efficace nell’attività – in calo dell ‘ 8% rispetto all’anno precedente. Solo il 37% dei marketer di contenuti intervistati ha dichiarato di avere una strategia documentata sui contenuti e, inoltre, oltre la metà dei content marketer afferma di non sapere nemmeno come appare o si sente il successo del content marketing!

Crediamo che parte di questo problema sia un profondo errore di comunicazione su ciò che costituisce una buona strategia di contenuto. Ammettiamolo: i problemi con inefficacia si traducono piuttosto direttamente a non aver gettato le basi per una grande strategia di contenuti del sito web. Con nessun piano strategico documentato, e diffusa mancanza di comprensione autentica-ha senso che una buona strategia di contenuti sarebbe qualcosa di una rarità.

Come dice il nostro leggendario stratega militare cinese antico preferito, Sun Tzu: “il generale che vince la battaglia fa molti calcoli nel suo tempio prima che la battaglia sia combattuta. Il generale che perde fa solo pochi calcoli in anticipo.”

Il gioco è fatto: la buona strategia del sito web deriva da un ampio tempo di valutazione, digestione, lettura, visione, sperimentazione e quindi creazione, ben prima che il contenuto veda mai la luce del giorno. Senza questo passaggio cruciale per capire veramente cosa stai affrontando, perché persino rilasciare un singolo blog? In questo post, andremo a fondo di ciò che rende per una forte strategia di contenuti del sito web, e come prepararsi per wa— err, umm, content marketing prodezza.

Che cos’è la strategia dei contenuti?

Content Strategy è un piano dinamico per la produzione e la pubblicazione di informazioni innovative che aiuta a costruire autorità, competenza e solide relazioni con il cliente ideale. C’est la vie. Content strategy è di chiedersi come un marketer come si può costruire la fedeltà dei clienti, comunità, e come si può aiutare se stessi diventare un leader di pensiero riconosciuto nel vostro campo.

È un faro documentato di speranza – un faro proverbiale – che guida la tua nave in difficoltà dalle tempeste e dalle onde di un mare inospitale. E ‘ il tuo piano B e il tuo piano A.

Cosa comporta una buona strategia per i contenuti?

Ricerca

La ricerca è probabilmente il passo più importante per qualsiasi strategia di contenuto che valga la pena: assicurarsi che tutta la ricerca corretta sia completata aiuterà in modo esponenziale ad allineare i tuoi contenuti futuri. La ricerca aiuterà a comporre i tuoi sforzi e potrebbe persino ispirare i tuoi creatori di contenuti.

Il primo passo per iniziare a capire qualcosa è ricercare e leggere le sue origini, i suoi punti di forza e le sue debolezze. Quando si tratta di una buona strategia di contenuti del sito web documentata, non puoi davvero andare troppo lontano senza guardarti allo specchio. Come marketing, è epicamente importante indagare a fondo il nostro stato d’animo attuale. Come abbiamo fatto le cose in passato? Cosa ha funzionato? Cosa è fallito miseramente?

In secondo luogo, chiedi con chi stai lavorando/per.

  • Chi è il vostro cliente ideale?
  • Cosa non hanno apprezzato?
  • Cosa non li ha portati al successo?
  • Come vengono raggiunti al meglio?
  • Dove trascorrono la maggior parte del loro tempo online?

In terzo luogo, girare lo sguardo sul prodotto, o il servizio a portata di mano. Chiediti chi lo usa – chi beneficia della sua esistenza? Perché godono del prodotto? Come si può aiutare più persone a vedere che anche loro-mostrato il contenuto giusto – possono beneficiare di esso pure?

Nella fase di ricerca, è molto importante impostare alcuni obiettivi prima di iniziare a digitare, filmare, registrare o distribuire una combinazione di contenuti. Ogni pezzo di contenuto che si crea dovrebbe aderire a questi obiettivi-obiettivi di business e gli obiettivi di marketing dei contenuti. Potresti essere interessato a fare una o più delle seguenti operazioni:

  • Indirizzare il traffico verso il tuo sito web e attirare nuovi spettatori.
  • Aumentare la consapevolezza del marchio nel tuo pubblico target ideale
  • Aumentare il numero di iscrizioni per aiutare a costruire un database di informazioni persona acquirente
  • Inaugurare i lettori verso il basso l’imbuto di vendita a un lead-generation call-to-action o pagina di destinazione.

Cosa hanno in comune questi obiettivi? Non hanno assolutamente nulla a che fare con metriche che NON hanno importanza per la tua attività, ad esempio Mi piace e retweet. Questi obiettivi sono ugualmente orientati ad aumentare le metriche di marketing di qualità per valutare l’efficacia dei contenuti o aumentare le entrate tramite una campagna di content marketing di successo. Sono tutti misurabili! Insieme con la vostra iniziativa impostazione degli obiettivi, strategie come si monitorare e tenere sotto controllo i risultati in arrivo. Queste analisi ti aiuteranno a perfezionare e personalizzare la tua strategia su tutta la linea modificando e/o rimuovendo aspetti della tua strategia per generare i risultati che desideri veramente.

Creazione

Ora che hai trovato il tuo groove e hai stabilito alcuni obiettivi e il target di riferimento perfetto, è il momento di iniziare a raccogliere il tuo sacco di trucchi per vedere quali tipi di contenuti funzioneranno meglio per il tuo mercato qualificato. Chiediti a quali tipi di contenuti hanno risposto favorevolmente? (Questo è dove la fase di ricerca tornare utile).

Forse hai scoperto che i video e i post del blog sono la forma di contenuto perfetta per una persona acquirente che utilizza principalmente un computer di casa o un tablet – nel frattempo i tuoi utenti mobili ideali si impegnano con contenuti social media potenti e potenti come la fotografia e la grafica informativa.

Ricorda, il ruolo del contenuto è sempre quello di aumentare il traffico verso il tuo sito web. Il contenuto è il pane e il burro di qualsiasi piano di marketing di contenuti professionali e, pertanto, raramente è un semplice calvario aperto e chiuso: dovrai comprendere un paio di diversi tipi di contenuti per mantenere i tuoi sforzi freschi. Dovranno anche essere in grado di costruire autorità e fiducia. In breve, il contenuto vicino alla parte superiore dell’imbuto di vendita deve stupire il tuo pubblico; questo contenuto è responsabile dell’educazione e del coinvolgimento delle prospettive, incoraggiandole a scavare più a fondo. Verso il fondo dell’imbuto di vendita, il contenuto deve rispondere a domande molto specifiche che i lead qualificati di vendita possono avere e dovrebbero alleviare eventuali esitazioni che potrebbero avere nel trattare con la tua azienda.

Consegna

Consistenza. Coerenza. Coerenza. Senza un backbone editoriale o di contenuto che ti aiuti a rilasciare e distribuire i tuoi contenuti e nutrire il tuo interesse per i potenziali clienti, corri il rischio di perderli a creatori di informazioni e contenuti più diligenti e affidabili nel loro approccio. Parte integrante della coerenza è una sensazione di intraprendenza: quando non riesci a rilasciare contenuti in modo coerente, i tuoi lettori guarderanno semplicemente altrove per ottenere la loro correzione.

Un calendario editoriale è la chiave per assicurarsi di essere in cima alle vostre date di rilascio, e il vostro programma di creazione pure. È una risorsa incredibile da avere nel tuo angolo perché aiuta a semplificare e normalizzare un flusso di lavoro prescritto. Come strategia di contenuti sani, i calendari editoriali aiutano il tuo lavoro pubblicato a coinvolgere e interessare i tuoi lettori e tenerli interessati fino a quando non sono in grado di effettuare un acquisto.

Inoltre, un piano di distribuzione automatizzato può essere fondamentale per mettere il contenuto giusto davanti alle persone giuste al momento giusto. Una buona strategia di distribuzione dei contenuti può includere:

  • Creazione di contenuti in pubblicazioni che un pubblico di destinazione legge già
  • Utilizzando la distribuzione a pagamento tramite i social media per collegare whitepaper o eBook a persone qualificate
  • Inclusi i post del blog nelle newsletter di email marketing.

Questa consegna e distribuzione di contenuti dovrebbe anche essere una parte importante della tua ricerca iniziale in cui disponi un framework per collegare i tuoi contenuti a potenziali clienti e lettori mirati.

Governance

Ricordi quando abbiamo discusso i tuoi obiettivi per una grande strategia di contenuti? Questa è la tua occasione per interpretare e valutare quanto bene la tua strategia di contenuti sta andando sul web – e in particolare – quanto bene il tuo pubblico mirato sta rispondendo ai tuoi contenuti. La chiave di questo processo è abbinare le metriche ai tuoi obiettivi e uno dei maggiori problemi che molti marketer hanno in questi giorni è rovinare questo puzzle. Azioni sociali e calibro non sono abbastanza importanti per sprecare il vostro tempo con – semplicemente non sono degni di essere misurati in questa metrica.

Immaginiamo che il tuo obiettivo principale sia aumentare la generazione di lead. Un ottimo modo per misurare e governare il successo della vostra strategia sarebbe quello di misurare click-through. Forse stai ricevendo un sacco di ottimi feedback che dicono che i tuoi lettori stanno rimanendo sulla pagina e consumano un post nella sua interezza, ma non stanno facendo clic o scaricando il tuo white paper offerto. Queste informazioni possono dirti che considerare l’aggiunta di un call-to-action chiaro e avvincente o di un download cliccabile dovrebbe essere la tua prossima mossa per migliorare il successo della tua strategia.

Ora, abbiamo cinguettato condivisioni e social mi piace un paio di volte durante questo post – ma la verità è che, naturalmente, hanno il loro scopo. Misurare azioni sociali e segue ti aiuta a valutare la consapevolezza del tuo marchio. È possibile utilizzare condivisioni e Mi piace come condotto per misurare con precisione gli indicatori di prestazioni chiave (KPI) più vantaggiosi come:

  • Tipi di contenuti coinvolgenti
  • Formattazione
  • Orari del giorno
  • Giorni della settimana

Questi fattori possono essere estratti da un gruppo di Mi piace e condivisioni di Facebook per fornire informazioni preziose per la fase di consegna dei contenuti.

Quindi perché le aziende non hanno strategie di contenuto?

In un sondaggio congiunto con i Prof di marketing, il Content Marketing Institute ha rilevato che l ‘ 11% dei marketer non riusciti aveva una strategia di contenuto documentata. Nel mondo B2C, il 27% di tutti i marketer aveva una strategia documentata – il 50% ne aveva una, ma non era fisicamente documentata da nessuna parte – la lasciavano fluttuare sulla brezza e coglievano curiosità di informazioni dal cielo quando ne avevano bisogno.

In breve – non sappiamo perché più marketer non abbiano strategie di contenuto documentate – ma quello che sappiamo è che anche una cattiva strategia è meglio che non avere alcuna strategia. Senza uno, i marketer corrono il rischio di ripetere comportamenti problematici che non li portano da nessuna parte e non generano i risultati di cui i loro clienti hanno bisogno. È uno spreco di denaro e risorse, uno spreco di talento e rovina buoni marchi.

C’è anche uno stigma sulle strategie di contenuto che dice che sono costose e che richiedono molto tempo Yeah Sì So Quindi? Certo, la pianificazione e l’implementazione strategica sono costose, ma paragonale a vincere una gara di resistenza: le squadre che si presentano con un’auto in cui hanno versato amore, sudore, lacrime e dollari batteranno il dragster che è stato acciottolato insieme a tutto ciò che è disponibile. Lo sforzo è ricompensato in questo mondo e lo sforzo è certamente ricompensato nel marketing.

Tieni i tuoi amici vicini e i concorrenti più vicini

Anche il nostro buon amico Sun Tzu sarebbe d’accordo con questo segmento successivo. Come parte della fase di ricerca, conoscere te stesso e conoscere i tuoi concorrenti è fondamentale per garantire il successo dei tuoi contenuti di marketing. Quando trascuri di conoscere il tuo nemico (concorrente) corri il rischio di entrare in battaglia (mercato) impreparato per un degno avversario che ha fatto la sua ricerca.

Sun Tzu dice: “se conosci il nemico e conosci te stesso, non devi temere il risultato di cento battaglie. Se conosci te stesso ma non il nemico, per ogni vittoria ottenuta subirai anche una sconfitta. Se non conosci né il nemico né te stesso, soccomberai in ogni battaglia.

Questo non significa che sei in guerra con i tuoi concorrenti, al contrario. Gli uccelli di una piuma si affollano insieme, come si suol dire. C’è sempre un modo per prendere ispirazione da ciò che i tuoi concorrenti stanno facendo e adattare una nuova prospettiva per soddisfare il tuo pubblico e la tua voce unici. In questo senso, guarda sempre ai tuoi concorrenti per l’ispirazione – così come le opportunità di imparare dai loro errori.

L’importanza della voce/Tono

È così, così importante ricordare che mentre stai scrivendo e preparando i tuoi contenuti, dovresti divertirti. Quando ti siedi per iniziare a produrre contenuti, il tuo lettore dovrebbe essere in grado di capire con certezza che lo scrittore e/o il marchio responsabile del rilascio del contenuto è appassionato e motivato su ciò che stanno dicendo. Un post sul blog asciutto e noioso sta per mettere le persone a dormire, non convincerli a diventare un cliente fedele.

Una grande parte di questa comunicazione è tutta una questione di voce e tono. Considera il tuo insegnante meno preferito al liceo: immaginiamo la sua classe di legge. I pro ei contro del diritto societario sono noiosi quando la persona che insegna non ha più personalità di un pesce rosso; ma se il tuo insegnante è vivace, frizzante, e rinvigorisce la classe con una passione per l’argomento – si sta andando ad ascoltare inevitabilmente di più. Il contenuto non è diverso. L’energia conta, ed è facilmente tradotto attraverso contenuti cattivi che manca di voce.

Avere una voce forte dà anche un post sul blog bidimensionale o whitepaper qualche carattere, contribuendo a sviluppare un rapporto umano con i tuoi lettori. Ciò significa usare parole e linguaggio facilmente accessibili a un grande gruppo di persone. Non insultare la loro intelligenza, ma in termini generali, usare un linguaggio che useresti in una conversazione casuale è molto più attraente da leggere di un post sul blog su una società di magliette che è stata scritta da uno pseudo fisico quantistico.

Quando scrivi con il fuoco, riscaldi le cose.

When

Quando la maggior parte dei marketer non impiega l’uso di una strategia documentata e ben studiata per i contenuti del sito web, l’intero settore perde-perché di solito richiede solo pochi eletti per costruire e marcire una reputazione negativa e immotivata per tutti. Il kicker è, non ci sono vantaggi ad avere nessuna strategia di contenuti documentati – e tutto da guadagnare da mettersi al lavoro e fare uno accadere.

Sedersi con il tuo team per iniziare a creare una strategia completa per i contenuti del sito Web è un’opportunità energizzante che crea crescita prevedibile, successo, interesse per il tuo marchio e fornisce dati e metriche misurabili e preziosi alla tua azienda in modo da poter indagare ulteriormente e correggere le tue pratiche attuali.

Come abbiamo detto, non c’è vergogna nell’ammettere che la stragrande maggioranza dei marketer non usa la strategia dei contenuti e questo danneggia la credibilità del settore; ma la metrica misurabile che possiamo prendere da quel pezzo di analisi è che non c’è nessun posto dove andare se non su. Ricorda, ammettere che c’è un problema è il primo passo per correggere i comportamenti indesiderati. Ricercare la tua azienda, i tuoi concorrenti, i tuoi prodotti e il tuo mercato di riferimento ideale sono aspetti facili, divertenti e gratificanti della strategia dei contenuti che portano successo e comprensione. Cosa non ti piace?

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.