Come il sospensorio è diventato parte dell’uniforme maschile gay-NELLA rivista

Seriamente. Perché gli uomini gay amano jockstraps così tanto?…
Se puoi crederci, il sospensorio non è stato inventato per rendere il tuo culo e i tuoi genitali fantastici alle feste del circuito. No, l’avvento del sospensorio è molto meno sexy.
Il primo sospensorio in assoluto è stato inventato da C. F. Bennett di Sharp & Smith, una società di articoli sportivi a Chicago, nel lontano 1874. Bennett vide la necessità di un paio di biancheria intima di supporto specificamente per i messaggeri di biciclette e gli uomini di consegna (noti anche come “fantini in bicicletta”) che, all’epoca, dovevano sopportare la tortura regolare della palla rimbalzando sulle strade di ciottoli della città. Nel corso del tempo, i sospensori sono diventati un indumento molto popolare (e funzionale) per gli uomini fisicamente attivi. Infatti, durante la prima guerra mondiale, l’esercito degli Stati Uniti ha emesso un atleta per ogni uomo che ha servito.
Nel 1897, Bennett aveva brevettato e iniziato a produrre in serie il “Bike Jockey Strap.”Più tardi quell’anno, la sua azienda ha venduto i suoi marchi a Russell Athletic, che ha venduto un impressionante 350 milioni di unità in tutto il mondo. Purtroppo, solo pochi anni fa, il classico marchio di biciclette jock è stato interrotto.
La cessazione del marchio non è stata una sorpresa. Negli ultimi decenni, gli atleti hanno iniziato il salvataggio su jockstraps per scopi protettivi. ” Non è stato progettato per il comfort”, ha detto a Healthmagazine Bob Beeten, direttore del Centro di allenamento olimpico degli Stati Uniti. “Si strofina, si irrita e le cinghie ti salgono sul sedere.”Naturalmente, man mano che i sospensori cominciarono a vacillare tra gli atleti, meno persone furono incoraggiate a indossarli – un atteggiamento che divenne sempre più diffuso ogni anno che passava. Alla fine, man mano che forme più solidali di biancheria intima atletica divennero disponibili a partire dagli anni ’90, i sospensori furono per lo più eliminati tra gli atleti. Tra gli uomini gay, tuttavia, rimangono incredibilmente popolari come forma di lingerie.
Il sospensorio è entrato per la prima volta nello zeitgeist omosessuale durante gli anni ’50 e ‘ 60, quando la moda gay ha preso una svolta apertamente maschile. Autore Shaun Cole scrive nel suo libro, Don Noi ora il nostro abbigliamento gay, “ha adottato un atteggiamento virile e abbigliamento come mezzo per esprimere il loro nuovo senso di sé, e nell” adozione di questo look, hanno lo scopo di migliorare la loro attrattiva fisica ed esprimere la loro migliore autostima.”Questi abiti spesso includevano bomber, giacche di pelle, chaps, uniformi militari e, naturalmente, sospensori.
Come tale, jockstraps è diventato una questione di moda oltre la funzione – e jock underwear marchi, come qualsiasi business intelligente farebbe, ha iniziato la pubblicità a questo mercato fiorente. Sinceramente, qualunque elemento di design si possa immaginare in un sospensorio è stato probabilmente fatto più e più volte. “I jockstraps sono sicuramente uno dei nostri capi più popolari; li abbiamo in ogni colore e stile che si possa pensare”, dice Monty Tayara, manager del Men’s Room Toronto (l’azienda ha anche sedi a Montreal e Chicago). “Molte persone vengono nei nostri negozi appositamente per jockstraps. A volte hanno bisogno di sostituirli perché hanno lasciato il loro a casa di qualcuno la sera prima!”
A suo parere, Tayara afferma che la comunità gay ha abbracciato jockstraps perché suscitano un potente senso di fiducia. ” È una fantasia peek-a-boo che deriva dallo sport e dal porno”, dice IN. “Jockstraps ti fanno sentire sexy, e quando li indossi, c’è un senso di potere che viene con quello.”Ha senso, come lo scopo del capo si è evoluto, che il design del capo è cambiato per migliorare meglio il culo e il pacchetto, grazie alle sue cinghie di supporto e al sacchetto.
Allo stesso modo atleti sono stati lentamente gradualmente eliminato tra gli atleti, l “energia opposta è salito attraverso la comunità gay alla fine degli anni” 70. Alla fine, jockstraps sono stati indossati regolarmente a gay bar, e marchi iniziato l ” invio di go-go ragazzi nei loro jockstraps come strumento promozionale. Porno poi ottenuto in azione. Questa continua esposizione alla fine assicurato il sospensorio come un pilastro in gay abito maschile. In questo periodo, notti sospensorio è diventato un evento regolare a gay bar in tutto il mondo fino alla crisi dell ” AIDS.
Nei primi aughts, notti sospensorio riapparve. La rinascita è in gran parte accreditato a gay vita notturna promotore Daniel Nardicio, che era alla ricerca di un modo per convincere la gente in discoteca scivolo a San Francisco durante la stagione lenta al bar. Da allora, ha fatto una carriera lanciando eventi a tema intimo. In effetti, ha lanciato ben più di 1.000 eventi, il che parla dell’influenza duratura del capo.
Il proprietario della stanza degli uomini anche punte di lancia un popolare gay società evento noto come Pitbull, dove molti partecipanti don sospensori, secondo Tayara. “La libertà sessuale è qualcosa da celebrare, e siamo più che fortunati ad essere considerati come un evento in cui i clienti sentono di poter – senza preoccupazioni – mettere il loro miglior atleta e avere un tempo gay!”
Evidentemente, lo scopo del sospensorio si è evoluto da un indumento atletico funzionale che protegge i beni di uno, a un indumento che mostra i beni di uno. In molti modi, il sospensorio può ringraziare i gay per la sua rilevanza duratura. E, in cambio, abbiamo jockstraps per ringraziare per aiutare i nostri asini guardare meraviglioso. Quindi grazie, sospensori. E non c’e ‘ di che.

BOBBY BOX è un prolifico giornalista freelance a Hamilton, Ont. Attualmente lavora come contributing editor presso Playboy.com e ha avuto il privilegio di parlare con le drag queen più riconosciute al mondo, tra cui, più di recente, Trixie Mattel e Alaska Thunderfuck. Mentre orgoglioso del suo lavoro, Bobby non è al di sopra di chiedere l’elemosina. Ti chiede di seguirlo su Twitter all’indirizzo @ bobbyboxington.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.