Jefferson’s Reserve Very Old Bourbon Review

X

Privacy& Cookies

Questo sito utilizza i cookies. Continuando, accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni, tra cui come controllare i cookie.

Capito!

Pubblicità

Se si esegue un adblocker si prega di considerare in pausa su questo sito. Bourbonpaddy è una pagina di revisione imparziale e quindi utilizza annunci non intrusivi per produrre i fondi vitali necessari per mantenere questo sito in corso. Sláinte!

Fondata nel 1997 da padre e figlio Chet e Trey Zoeller, Jefferson’s è un distillatore non produttore che ricava scorte di whisky nuove e invecchiate da distillerie consolidate e le mescola su una scala molto piccola per creare una varietà di whisky interessanti. Noti per il loro approccio sperimentale “scienziato pazzo”, i Jefferson usano una serie di tecniche innovative, finiture in legno/botte e collaborazioni per produrre i loro famosi whisky. Attualmente con sede nella Kentucky Artisan Distillery, KY, Jefferson hanno anche iniziato il processo di lavorazione del proprio whisky negli ultimi anni. La loro gamma di base è costituito da loro molto piccolo lotto bourbon, la loro riserva molto vecchio bourbon, il loro Oceano invecchiato bourbon, e la loro Presidenziale Selezionare linea.

Insieme con il loro molto piccolo lotto bourbon, Jefferson’s Reserve bourbon è il secondo marchio di punta della società, e l’etichetta con cui hanno venduto il loro primo whisky di provenienza quando la società ha iniziato. Ciò che separa Jefferson da altri marchi che fonte e bottiglia è che hanno sempre fatto così apertamente e quindi avuto l’opportunità unica di fare ciò che gli altri non hanno fatto quando si tratta di creare i loro whisky premiati. Acquistando da una gamma di distillatori, Trey e Chet Zoeller hanno avuto l’opportunità di creare miscele innovative di diversi whisky da ricetta provenienti da diverse distillerie insieme per creare sapori davvero unici – che è un’arte in sé. Invece di imbottigliare i loro whisky come single barrel offerings Jefferson si prende il tempo e gli sforzi per creare miscele che mostrano gli elementi migliori di tutte le loro parti costituenti, un compito che è più facile a dirsi che a farsi – fidati di me.

La riserva di Jefferson è fatta in modo simile al loro bourbon molto piccolo (VSB), con la differenza che usano le scorte più vecchie nella miscela (18 anni max – 8 anni min) per creare il loro profilo saporito desiderato. La riserva di Jefferson è anche una miscela di lotti molto piccola e questa affermazione deriva dal fatto che ogni lotto è costituito da una miscela di 8 a 12 barili di quattro diverse ricette di bourbon di diverse età. L’idea alla base dell’utilizzo di stock più vecchi nella Riserva è che la maturazione più lunga dei whisky di base conferisce alla miscela finale maggiore complessità, gusto più grande e profondità di sapore migliore. Il VSB è progettato per essere accessibile, mentre questa espressione di riserva è progettata per essere più complessa e sofisticata. La riserva è anche imbottigliata a una prova superiore rispetto allo standard Jefferson, 90.2 prova piuttosto che 83 prova. Originariamente l’offerta di riserva da Jefferson era un bourbon invecchiato di 15 anni. Tuttavia, da 2003 è cambiato per essere mescolato con bourbon meno invecchiato e quindi la dichiarazione di età è stata abbandonata. La bottiglia stessa è molto minimalista e non offre alcuna informazione concreta al bevitore sul whisky all’interno oltre alla prova, il fatto che si tratta di un Kentucky Straight bourbon, il numero di lotto e il numero della bottiglia.

Statistiche vitali:

Nome: Jefferson Riserva Molto Old Kentucky Straight Bourbon Whiskey

Età: NAS (Realizzate con la miscela di 8 a 18 y.o borboni)

Prova: 90.2 Prova (45.1% ABV)

Tipo: Kentucky Straight Bourbon

Mashbill: Undisclosed miscela di 4 diversi mashbill borboni

Produttore: Jefferson

Sito web: https://jeffersonsbourbon.com

Vetreria: Glencairn

Recensione

Naso: Al naso si apre con dolce e profonda, caramello, vaniglia, erboso, di segale, di spezie, un tocco di frutti scuri e leggermente alcolici bruciare.

Palato: Al palato si apre viscoso e fruttato con leggera scorza d’arancia, vaniglia floreale, caramello profondo e terrosità speziata di segale con un tocco di quercia carbonizzata nella parte posteriore.

Finale: Il finale è lungo e caldo con arance dolci immerse nel caramello e cosparse di pepe bianco, seguito da un retrogusto di vecchie botti di menta e bucce di agrumi.

Nel complesso

Valuterei questo bourbon come un successo per Jefferson e un grande passo avanti dalla loro miscela di bourbon VSB. È un bourbon meravigliosamente viscoso e saporito che beve con un sapore molto più audace della sua prova 90.2 che ti aspetteresti. Una cosa che ho preso su era che la segale è una componente importante sapore in tutto e non credo che mi sbaglio nel supporre che questa è una miscela di alta segale bourbon. Jefferson ha deciso di dare a questo bourbon una maggiore profondità di sapore e complessità rispetto al suo bourbon VSB utilizzando scorte più vecchie nella miscela. Quando si beve questo bourbon gli effetti di questo sono chiari come si può gustare il bourbon più vecchio nella miscela e la presenza di vecchie botti di menta nelle note di sapore sono un giveaway morto per me. Queste vecchie note di botte erano anche molto ben bilanciate dalle note fruttate di caramello e caramello e l’aumento della prova rispetto al VSB erano una gradita aggiunta a me perché sentivo che aiutavano a portare meglio i sapori.

Nonostante non sia più un bourbon di 15 anni, il futuro fa ben sperare per la Riserva di Jefferson poiché il bourbon distillato per Jefferson dalla distilleria del Kentucky Artisan continua a maturare per un eventuale uso nella linea di Jefferson. Dalla sua introduzione nel 1998, l’imbottigliamento di riserva ha visto alcuni cambiamenti come la sua dichiarazione di età essere abbandonata, tuttavia, posso solo sperare che, man mano che le azioni di Jefferson raggiungono la maturità, potremmo vedere un ritorno al suo antico splendore. Detto questo, l’attuale imbottigliamento rende un bourbon abbastanza piacevole che è un chiaro passo avanti rispetto al fratello VSB entry-level ed è uno che condividerei con coloro che cercano di uscire dalla loro zona di comfort e sperimentare ciò che è disponibile al di fuori dei marchi entry-level.

Provare o acquistare?

Questo è facilmente disponibile dal pour. Se non lo fosse, non rifuggirei dall’acquistare un’altra bottiglia una volta che la mia bottiglia attuale è finita. Se stai cercando di uscire dal regno del bourbon entry-level, questo sarebbe sicuramente un passo nella giusta direzione.

Pubblicità

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.