Perché probabilmente stai ricevendo un impianto di microchip Un giorno

Quando Patrick McMullan ha sentito per la prima volta all’inizio del 2017 che migliaia di cittadini svedesi stavano sbloccando le portiere delle loro auto e accendendo le macchine da caffè con un’onda del palmo della mano, non era troppo impressionato. Certo, la tecnologia-un microchip lungo millimetri dotato di capacità di comunicazione near-field e depositato appena sotto la pelle-aveva una nicchia, appello all’avanguardia, ma in termini pratici, un fob o codice di accesso avrebbe funzionato altrettanto bene.

McMullan, un veterano di 20 anni del settore tecnologico, voleva fare di meglio: trovare un uso per microchip impiantabili che fosse veramente funzionale, non solo astrattamente elegante. Nel luglio 2017, le telecamere di notizie hanno visto più di 50 dipendenti di Three Square Market, la società di vending-solutions di cui McMullan è presidente, ricevere volontariamente impianti di chip propri. Piuttosto che un semplice processo scan-to-function come la maggior parte dei chip svedesi utilizzano, i chip e lettori intorno a Three Square Market River Falls, Wisconsin, ufficio erano tutti parte di una rete di feedback multistadio. Per esempio: Il chip potrebbe concedere l’accesso al computer—ma solo se aveva già sbloccato la porta d’ingresso per voi quel giorno. “Ora”, dice McMullan della scorsa estate, ” In realtà ho fatto qualcosa che migliora la nostra sicurezza di rete.”

Il problema che i chip di McMullan risolvono abilmente è relativamente su piccola scala, ma è ancora un problema, e qualsiasi potenziale nuovo caso d’uso rappresenta un significativo passo avanti per un evangelista di chip come lui. Come con la maggior parte delle tecnologie, il punto di svolta per i chip impiantabili arriverà quando diventeranno così utili da essere difficili da rifiutare. Potrebbe accadere prima di quanto si pensi: a settembre 2017, Three Square Market ha lanciato una propaggine, Three Square Chip, che sta sviluppando la prossima generazione di impianti microchip commerciali, con una serie di caratteristiche di salute originative che potrebbero servire come il miglior argomento, ma che i benefici dei microchip possono superare le nostre ansie su di loro.

Altre storie

Anche se nuovo per il posto di lavoro americano in questa forma impiantabile, radio-frequency-identification (RFID) tecnologia è stato intorno per decenni, ed è stato a lungo considerato abbastanza sicuro per uso comune. I marchi auricolari RFID sono utilizzati per registrare quasi tutti gli allevamenti e ranch con il sistema nazionale di identificazione degli animali degli Stati Uniti (in Australia, il sistema è obbligatorio). Se hai registrato i bagagli su un volo Delta Airlines, puoi ringraziare i tag RFID per il fatto che la tua borsa è arrivata alla stessa destinazione che hai fatto. E probabilmente hai già un chip RFID personale che va ovunque con te-è nella tua carta di credito.

Il futuro dei wearables rende i gadget cool significativi.

Ma, naturalmente, la paura che circonda gli impianti RFID ha poco a che fare con RFID stesso, e tutto a che fare con l’impianto. Gli animali domestici americani ricevono in modo sicuro gli impianti RFID senza complicazioni ogni giorno; anche così, molti dei loro proprietari citerebbero qualcosa di simile alla sicurezza come motivo per non averne uno proprio. Quando una società chiamata Verichip ha sviluppato i propri impianti di microchip orientati alla salute nei primi anni, la sua ricerca ha indicato che il 90% degli americani era a disagio con la tecnologia. L’azienda ha ottenuto l’approvazione della FDA per i suoi dispositivi nel 2004, ma ha piegato solo tre anni dopo, in gran parte a causa di studi che hanno suggerito un potenziale legame tra transponder RFID e cancro negli animali da laboratorio. (I rischi di cancro causati da RFID sono stati trovati praticamente inesistenti per gli esseri umani e trascurabili per gli animali, e uno studio del 2016 ha persino suggerito che incorporare transponder RFID attivi all’interno di tumori cancerosi potrebbe essere un mezzo efficace di trattamento.)

Un decennio dopo, durante il trambusto eruttivo intorno al “chip party” di Three Square, c’erano tutti i tipi di timori—alcuni credibili, altri meno—sui pericoli dell’introduzione della tecnologia radio subdermica sul posto di lavoro americano: che le aziende potessero fare un uso diffuso di questa tecnologia obbligatoria, o che i microchip impiantati potessero essere hackerati o usati per rintracciare i portatori, o che le mani potessero essere tagliate in nome delle effrazioni domestiche. Molti critici, compresi i legislatori statali che lavorano per approvare leggi che limiterebbero gli impianti RFID, temono che i componenti metallici e i circuiti nei chip significhino morte certa se un “portatore” fosse esposto a una macchina per risonanza magnetica o defibrillatore.

Poi ci sono timori più ampi circa l’uso della tecnologia dei chip per monitorare gli esseri umani: Prima di schiacciante di ricerca fermato Verichip di crescita, il presidente della società suggerito nel 2006 in un aspetto su Fox & Amici che Verichip impianti possono essere utilizzati per registrare i lavoratori migranti alla frontiera e di verificare la loro identità e il luogo di lavoro; nello stesso anno, l’ex Presidente Colombiano Álvaro Uribe riferito, propone di allora-Senatori Arlen Specter e Jeff Sessions che il chip potrebbe essere impiantato in un Colombiano lavoratori, prima che essi sono entrati negli Stati Uniti per lavoro stagionale. Nel frattempo, alcune comunità fondamentaliste-cristiane rimangono convinte che l’impianto del microchip sia la manifestazione del marchio della bestia, presagito dalla bibbia. Ma la sfida primaria agli impianti RFID rimane la semplice domanda di fondo posta più e più volte in risposta alla tecnologia: è davvero necessario?

Nel 1998, lo scienziato britannico Kevin Warwick (conosciuto con il soprannome “Captain Cyborg”) è diventato il primo essere umano a ricevere un impianto di microchip RFID. Ma da allora, lo sviluppo è stato lento. Kayla Heffernan, ricercatrice presso il dipartimento di informatica e sistemi informativi presso la School of Engineering dell’Università di Melbourne, incolpa il fatto che la scheggiatura non sia stata ancora accettata ampiamente su ciò che vede come “un problema di pollo e uova.”La gente non li ottiene, perché non sono ancora abbastanza utile, ma perché non c’è un mercato, i dispositivi relativamente invariati,” Heffernan dice.

McMullan spera di risolvere la seconda metà di quel problema come mezzo per rinvigorire il primo. Poco dopo il chip party della scorsa estate, ha iniziato a incontrare il cardiologo Michael Mirro, che funge da direttore del Parkview Research Center di Fort Wayne, nell’Indiana. Il team di Mirro e tre sviluppatori di chip quadrati stanno attualmente lavorando su prototipi di impianti RFID che saranno in grado di monitorare continuamente i parametri vitali di un individuo, consentendo sia ai pazienti che ai medici di accedere a informazioni in tempo reale estremamente accurate.

Il tuo orologio dovrebbe monitorare il tuo cuore?

Come McMullan lo descrive, la decisione di sviluppare la tecnologia RFID per scopi medici è stata motivata da più di un semplice esperto di business—è ciò che lo ha incuriosito dei chip in primo luogo. La tecnologia per soluzioni migliori e potenzialmente salvavita esiste da tempo, dice, ” è solo, francamente, che nessuno ha deciso di accettarlo.”

È un progetto innegabilmente personale per McMullan: sua moglie, Leah, soffre di un disturbo nervoso cronico causato da un incidente medico nel 2009 e si affida a uno stimolatore del midollo spinale impiantato per gestire il suo dolore. Quando le parla delle patatine, dice, lei gli ricorda: “Se non avessi avuto quello stimolatore nervoso nella schiena mi sarei suicidato molto tempo fa.'”

Gli stimolatori nervosi sono tra le molte tecnologie impiantabili che sono balzate sul mercato sanitario in piena forza. Monitor cardiaci inseribili come il Reveal LINQ hanno sostituito a volte pignoli patch stick-on come l’opzione più affidabile per i pazienti con malattie cardiache croniche, e solo due mesi fa, la FDA ha approvato il primo sistema di monitoraggio continuo del glucosio impiantabile a lungo termine per le persone con diabete.

Tre piazza Chip dice che i suoi impianti medici RFID saranno alimentati dal calore del corpo, e McMullan prevede di sviluppare un singolo pezzo di hardware per aiutare i pazienti con una gamma più ampia di condizioni potrebbe rendere i chip più conveniente rispetto ai dispositivi con più specializzata (e limitata) funzioni. ” Molti pazienti cardiaci, in questo momento, l’unica volta che sanno di avere un problema è quando sono nella parte posteriore di un’ambulanza”, dice McMullan.

La società stima che venderà chip in grado di tracciare i segni vitali dal vivo di chi lo indossa in poco più di un anno, ma alcuni altri sviluppi verranno prima. McMullan spera che la gente sarà presto prendere in considerazione la memorizzazione delle loro informazioni mediche su chip RFID criptati, e il gruppo sta anche lavorando su un modo per rendere i chip GPS-enabled disponibili come opzione per le famiglie per monitorare i parenti affetti da demenza grave—un altro uso per i chip che pone sia evidenti benefici e preoccupazioni legittime.

“C’è un interesse, ma anche una polemica con l’attuale tracciamento GPS”, dice Luis Martinez, uno specialista di medicina preventiva a San Juan che ha lavorato con McMullan sullo sviluppo di chip da prima della frenesia dei media dello scorso anno. “Molti genitori si sentiranno effettivamente al sicuro se riusciranno a monitorare in tempo reale dove sono i loro figli, i rapimenti, il traffico di bambini e tutto il resto. Ma, dice, ci sono ancora più casi d’uso: “Altre popolazioni are vengono esaminate per diversi motivi: le forze dell’ordine, o dicono che potresti usare un chip GPS per identificare i trasgressori sessuali registrati. Penso che sarà una base caso per caso in cui diversi paesi o società diverse decideranno.”

Nello stesso momento in cui la tecnologia sta diventando più potente, le persone stanno diventando più a proprio agio con la nozione di impiantabili. ” Se pensiamo a 1998 fino ad ora, molto è cambiato sul modo in cui consideriamo il corpo”, dice Heffernan. Questo cambiamento, dice, è rintracciabile da modifiche del corpo come tatuaggi e piercing fino ai chip che McMullan sta sviluppando. “I pacemaker sono interventi chirurgici di routine. La chirurgia plastica è meno tabù ora.”Centinaia di migliaia di corpi americani ora contengono impianti cocleari, IUD, stimolatori nervosi, articolazioni artificiali, barre di controllo delle nascite impiantabili e oltre. ” C’è una tendenza a mettere dispositivi all’interno del corpo, non solo per situazioni di vita o di morte, ma per comodità, come contraccettivi, aiuti mestruali, lenti a contatto”, dice Heffernan. “Così come siamo diventati più a nostro agio con questo, insertables diventano più accettabili.”

Nell’anno dal partito chip di Three Square Market, la tecnologia è diventata banale per coloro che ne sono circondati. ” Non ci pensiamo affatto all’interno dell’azienda”, afferma la responsabile del servizio clienti Melissa Koepp, che ha scelto di ottenere l’impianto. I suoi colleghi nonchip sono allo stesso modo disinvolti sull’aggiornamento futuristico dell’azienda. In effetti, uno dei motivi più comuni per cui i dipendenti hanno scelto di non ricevere l’impianto non riguardava affatto le implicazioni della tecnologia: “Quando li ho visti chip Todd”, dice Katy Melstrom, vice presidente del marketing, “e ho visto le dimensioni dell’ago, ho detto, ‘Sì, aspetterò fino a quando non avremo una versione più piccola.'”

Tuttavia, per tutti i gadget impiantabili che gli americani usano e i cumuli di aggeggi abilitati alla posizione che possediamo, il primo dispositivo commerciale con entrambe queste funzionalità sarà significativo. Un adolescente che porta il suo iPhone al bagno della scuola con lei può un giorno scegliere di non farlo. Se visitare un medico per rimuovere il chip in mano richiede autorizzazioni parentali simili ad altre procedure mediche invasive, beh, allora, sappiamo come finisce quell’episodio di Black Mirror.

Perché i capi possono monitorare i loro dipendenti 24/7

La chiave per garantire che gli sviluppi RFID siano utilizzati solo come previsto sarà una legislazione significativa e attiva sviluppata per ridurre i potenziali abusi al passaggio. In termini di impianti RFID sul posto di lavoro, le legislature statali sono già indietro. Prima del “chip party” di Three Square Market la scorsa estate, cinque stati, tra cui il Wisconsin, avevano leggi sulla privacy RFID che impedivano l’impianto di microchip imposto dal datore di lavoro. Da allora, solo altri cinque hanno introdotto fatture simili.

“Credo che questa tecnologia sta per crescere in modo esponenziale, a tappe, e in un brevissimo periodo di tempo,” dice New Jersey State Assemblyman Ronald Dancer, il cui disegno di legge sarà votato nei prossimi mesi. “Dobbiamo assicurarci che ci sia piena divulgazione e consenso.”

I principi legali della divulgazione e del consenso possono essere abbastanza complicati sul posto di lavoro, ma come reagiranno i legislatori e gli esperti in sicurezza e tecnologia quando richiesto per definire il consenso per un paziente con demenza avanzata? ” Le leggi non dovrebbero regolare le tecnologie, ma le azioni che non vogliamo accadere”, dice Heffernan. “Questo è il problema con alcune normative attuali: è troppo lento perché si concentra sulle tecnologie, non sulle azioni.”

Ma prima o poi, le leggi cambieranno e lo spaventoso diventerà familiare. Dopo tutto, tutto quello che ci è voluto in Svezia per gli impianti RFID per diventare diffuso e normalizzato è stato il semplice appello di non avere mai a che fare con una chiave persa. Ogni volta che accade, come ondate di nuova tecnologia prima di esso, impiantabile RFID ci porterà la prossima iterazione dei sintomi yin-e-yang della tecnologia che abbiamo visto più e più volte. Saremo probabilmente più sani, più sicuri, più informati e più connessi, e continueremo a non essere d’accordo sul fatto che sia importante se la nostra privacy e autonomia fossero i costi corrispondenti.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.