Rischi per la salute sotto la bellezza dipinta in Americas saloni di bellezza

Il desiderio di belle unghie ha alimentato un intero settore del salone di bellezza che sta crescendo rapidamente, con vetrine che spuntano su ogni strada principale in tutta la nazione. Eppure, i recenti articoli del New York Times hanno esposto un’industria che ha lasciato i lavoratori alle prese sia con salari invivibili che con una salute danneggiata. Chiunque entri in un salone di bellezza può essere influenzato, ma i lavoratori sono quelli lasciati del tutto non protetti.

Così colorato, così tossico? Kellie CA

Una sostanza chimica con qualsiasi altro nome

I prodotti per la cura delle unghie contengono, in quantità variabili, molti ingredienti tossici e potenzialmente pericolosi.

Gli ingredienti chimici nei prodotti per la cura delle unghie vanno da composti che causano il cancro come la formaldeide ad altri che interrompono il sistema endocrino. I ricercatori hanno identificato toluene, formaldeide e dibutil ftalato-soprannominato il “trio tossico” a causa dei loro gravi impatti sulla salute – come tre sostanze chimiche di grande preoccupazione per i lavoratori del salone.

Il toluene è un solvente comunemente usato che crea una finitura liscia attraverso l’unghia e impedisce al pigmento di separarsi nella bottiglia, ma può influenzare il sistema nervoso centrale e causare danni riproduttivi. Il suo uso principale è come additivo nella benzina.

La formaldeide, un noto cancerogeno, viene utilizzata come agente indurente per unghie e disinfettante per gli strumenti per la cura delle unghie.

L’esposizione al dibutilftalato, aggiunto ai lucidi per fornire flessibilità, è stata collegata a problemi riproduttivi. Oltre a questo trio, ci sono molte altre sostanze chimiche nocive utilizzate nei prodotti per la cura delle unghie.

Molti saloni di bellezza mancano di un’adeguata ventilazione di scarico o di percorsi multipli – come finestre e porte aperte – per aumentare lo scambio d’aria interno-esterno. Le sostanze chimiche evaporate dai prodotti per unghie sono spesso intrappolate all’interno dei saloni, il che significa che i lavoratori sono continuamente esposti. Quindi l’esposizione dei lavoratori è amplificata: in primo luogo sperimentano il contatto diretto con le sostanze chimiche nei prodotti, quindi respirano continuamente queste sostanze chimiche all’interno di piccoli saloni scarsamente ventilati.

Mancanza di supervisione regolamentare

Nonostante l’uso pesante dei prodotti per la cura delle unghie, i prodotti chimici industriali nei cosmetici non sono in gran parte regolamentati negli Stati Uniti.

È quello che c’è dentro quello che dicono è lì dentro? Kai Friis

Infatti, delle 10.000 sostanze chimiche utilizzate nei prodotti per la cura personale, solo circa il 10% è stato valutato per la sicurezza. Mentre la Food and Drug Administration statunitense è responsabile della regolamentazione dei cosmetici, manca l’autorità legale per richiedere ai produttori di condurre test pre-commercializzazione dei prodotti per garantire la sicurezza dei consumatori o per richiedere l’elenco degli ingredienti nei prodotti venduti per uso professionale.

Che cosa significa per il consumatore medio? In conclusione, quella bottiglia di smalto che applichi alle unghie o alle unghie della tua bambina di cinque anni è stata messa sul mercato senza mai essere stata testata per la sicurezza.

Per i lavoratori che utilizzano quotidianamente prodotti per la cura delle unghie, non è necessario che i produttori di prodotti rivelino gli ingredienti sulle loro etichette. E anche se lo fanno, nessuno sta davvero controllando per garantire che questi siano elenchi accurati. Un rapporto del California Department of Toxic Substances Control sui test dei prodotti di varie marche di smalti per unghie nella San Francisco Bay Area ha rilevato che alcuni contenevano sostanze chimiche nocive nonostante le etichette fuorvianti che sostenevano di essere prive di tali composti.

La crescente consapevolezza dei rischi per la salute posti dagli ingredienti chimici nei prodotti per la cura delle unghie ha spinto i produttori a creare alternative più sicure sotto forma di smalti per unghie privi del trio tossico. Ma molti prodotti li contengono ancora e non esiste una supervisione regolamentare.

Un momento di lusso per un mecenate si traduce in rischi per la salute sul lavoro per i lavoratori. janet lackey

Gli effetti sulla salute non sono ipotetici

I lavoratori del salone di bellezza pagano un prezzo enorme sotto forma di salute. L’esposizione a prodotti per la cura delle unghie con sostanze chimiche nocive può causare una serie di effetti sulla salute, che vanno da irritazioni cutanee, lesioni agli occhi, reazioni allergiche, sintomi cognitivi e neurologici, nausea, problemi respiratori, cancro e contrazioni muscolari incontrollabili a processi riproduttivi e di sviluppo alterati.

Studi di ricerca, tra cui la mia ricerca presso il Cancer Prevention Institute of California, hanno documentato effetti acuti sulla salute di questi lavoratori, come mal di testa, problemi respiratori e irritazioni della pelle, comunemente associati alla sovraesposizione ai solventi utilizzati in questi prodotti. Gli studi hanno anche dimostrato che lavorare nei saloni è legato a problemi di salute riproduttiva, tra cui nascita spontanea, parto pretermine e bambini sottodimensionati, nonché complicazioni della gravidanza. Le esposizioni e gli effetti sulla salute sono sufficienti per portare alcune agenzie governative, tra cui la US Environmental Protection Agency (EPA), di investire nella ricerca e sensibilizzazione ai saloni.

Come epidemiologo, ho condotto diversi studi di ricerca per esaminare le esposizioni sul posto di lavoro e gli effetti sulla salute per i lavoratori del salone di bellezza. Nei miei colloqui con centinaia di lavoratori del salone e proprietari, molti hanno condiviso le loro storie personali di problemi di salute, che vanno dal mal di testa cronico a casi tragici di cancro e complicazioni della gravidanza. Mentre la ricerca non sempre fornisce risposte definitive sui legami tra le loro esposizioni sul posto di lavoro e problemi di salute, è difficile ignorare i modelli in queste storie.

È un compromesso tra le dita dei piedi e la sua salute? Nubby Tongue

Cosa si può fare?

La California ha guidato la carica per creare ambienti più sani sia per i lavoratori che per i proprietari. La California Healthy Nail Salon Collaborative ha lavorato con più contee per stabilire il programma Healthy Nail Salon. Queste contee forniscono formazione e riconoscimento formale per i saloni che partecipano al programma, il che significa che usano prodotti per la cura delle unghie alternativi più sicuri che non contengono il trio tossico. La nostra ricerca in collaborazione con l’EPA degli Stati Uniti ha dimostrato che questi programmi possono essere efficaci nel migliorare le pratiche più sicure dei lavoratori e l’ambiente del salone. I loro lavoratori indossano guanti per ridurre al minimo il contatto diretto con le sostanze chimiche e i saloni hanno metodi di ventilazione per migliorare la qualità dell’aria. Altre agenzie locali e statali dovrebbero seguire l’esempio per incoraggiare salotti sani per lavoratori e clienti. Questo programma fornirebbe scelte sane per i consumatori che amano frequenti saloni.

I consumatori che acquistano regolarmente prodotti per la cura delle unghie dovrebbero cercare smalti per unghie senza il trio tossico – formaldeide, toluene e ftalati. Queste scelte di acquisto metteranno la pressione sui produttori per creare prodotti alternativi più sicuri.

In definitiva, la prima linea di difesa per i lavoratori e i clienti è garantire che le sostanze chimiche non entrino mai nei saloni in primo luogo. I clienti possono sfruttare il loro potere d’acquisto a tal fine.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.